Riforma Pensioni ultime notizie, nuovo allarme da UE: ‘Nessun progresso in Italia’

L’unione europea è tornata a criticare l’Italia, in particolare per quanto riguarda la spesa relativa alla riforma delle pensioni. Il monito arriva all’interno del Country Report, diffuso nella serata di ieri sera. La commissione europea giudica negativamente quanto fatto dal nostro paese in tema di pensioni e fa il punto della situazione in merito alle richieste di intervento avanzate negli scorsi mesi.

Riforma Pensioni ultime novità dalla Commissione Europea: Italia bocciata

Nel nuovo report si può leggere come Bruxell “Continuerà a valutare gli sviluppi e le misure prese nell’ambito del quadro di monitoraggio specifico”. Secondo la Commissione “la crescita potenziale, sebbene in miglioramento, resta insufficiente ad assicurare una rapida riduzione del debito”.

La parte relativa alle pensioni è piuttosto chiara e boccia il nostro paese: “Nessun progresso sull’attuazione delle riforme delle pensioni passate, per ridurre il peso delle pensioni di vecchiaia sulla spesa pubblica e creare spazio per altra spesa sociale e pro-crescita. Nessun progresso nemmeno sulla rimozione degli ostacoli alla concorrenza nel commercio al dettaglio e nei servizi”. Insomma ancora una volta viene evidenziato come la spesa pubblica per la previdenza sia troppo elevata e non si stia cercando di contenerla.

Ci sono anche cose positive però, come ad esempio i “Progressi sostanziali nella lotta contro l’evasione fiscale, specialmente riguardo all’omessa fatturazione” in particolare grazie “All’ uso obbligatorio dei pagamenti elettronici e all’introduzione di soglie giuridicamente obbligatorie più basse per i pagamenti in contanti”. Infine si osserva anche “Qualche progresso nell’assicurare che le politiche attive del lavoro e le politiche sociali siano efficacemente integrate e riguardino in particolare i giovani e i gruppi vulnerabili”.

Riforma Pensioni ultime notizie: Ministro Catalfo torna su quota 100

Prima di lasciarvi, finiamo la nostra panoramica giornaliera sul mondo delle pensioni riportando anche le parole del Ministro del lavoro Nunzia Catalfo, che in audizione presso il Senato della Repubblica è tornata a fare il punto sulle pensioni: “Il Ministero avvierà un processo di analisi e rivalutazione del regime sperimentale di pensionamento anticipato per migliorare la sua potenzialità e portata applicativa”. Per il ministro ora è importante “Proseguire nel lavoro di superamento del quadro normativo derivante dalle rigidità della legge Fornero, mediante il potenziamento degli strumenti che consentono una uscita flessibile dal mondo del lavoro“.

Il ministro conclude poi: “A questo proposito a fine gennaio ho istituito tavolo tecnico di studio sulle tematiche previdenziali al quale è affidato il compito di definire linee di indirizzo ed interventi di riforma del sistema pensionistico. Grazie al lavoro sinergico fra questo organismo, le due commissioni previste dalla legge di Bilancio (quella sui lavori gravosi e quella per la separazione fra spesa previdenziale e assistenziale) e i tavoli tecnici con i sindacati si potrà dare al Paese una riforma pensionistica strutturale“.

Voi cosa ne pensate di queste parole e dell’ultimo dossier dell’Unione Europea? Fatecelo sapere nei commenti qui di seguito e tornate sul nostro sito o seguite la nostra pagina facebook Pensionipertutti ogni giorno per esser sempre aggiornati con le ultime notizie sulla riforma delle pensioni!

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

2 pensieri riguardo “Riforma Pensioni ultime notizie, nuovo allarme da UE: ‘Nessun progresso in Italia’

  • Avatar
    27 Febbraio 2020 in 21:11
    Permalink

    La Ministra si ricordi di prorogare OPZIONE DONNA AL 2023

    Rispondi
  • Avatar
    27 Febbraio 2020 in 16:26
    Permalink

    Vengano i burocrati a farsi 40 e passa anni di fabbrica..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *