Riforma Pensioni ultime oggi 12 novembre su Donne, quota 100 e 41, parla Salvini

Riforma Pensioni ultime oggi 12 novembre su Donne, quota 100 e 41, parla Salvini

Le ultime novità di oggi 12 novembre 2019 sulla prossima riforma delle pensioni riguardano le donne e poi le ultime dichiarazioni di Matteo Salvini su quota 100 e quota 41. Per il primo tema, vi ricordiamo che oggi parte “Dis(uguaglianze) di genere nel sistema previdenziale”, secondo appuntamento della campagna organizzata dai sindacati “Rivolti al futuro”. Per la Cgil intervengono Camusso, Ghiselli e Landini, ospiti l’esponente Pd Gnecchi e la ministra del Lavoro Catalfo.

Riforma Pensioni 2019: il focus dei sindacati sulle pensioni per le donne, oggi 12 novembre a Roma

Come riporta l’agenzia di stampa della CGIL, oggi parte: “Dis(uguaglianze) di genere nel sistema previdenziale, nell’ambito della campagna della Confederazione ‘Rivolti al futuro’. Secondo appuntamento dopo quello dedicato ai giovani, sarà un’occasione importante, anche alla luce del confronto aperto con il governo, per evidenziare le problematiche dell’attuale sistema pensionistico e quanto le riforme degli ultimi dieci anni abbiano pesato in particolare sulle donne. L’appuntamento è alle ore 9.30 nella sede nazionale della Cgil (in corso d’Italia 25) a Roma“. Vi forniremo nei prossimi articoli il riassunto di quanto detto dai principali esponenti durante il convegno.

Intanto vediamo come viene presentato l’appuntamento dalla CGIL: ” Per la Cgil è necessario riconoscere il lavoro delle donne e valorizzare quello di cura, come richiesto dai tre sindacati confederali nella piattaforma unitaria, ed è tempo di ottenere risposte concrete per superare la riforma Fornero, dando così un futuro pensionistico ai giovani, alle donne e ai lavoratori gravosi.

L’iniziativa sarà aperta da Susanna Camusso, responsabile delle Politiche di genere della Cgil nazionale. A seguire la relazione introduttiva del segretario confederale Roberto Ghiselli. Sono previsti gli interventi di diverse delegate di categoria e porteranno il loro contributo Maria Luisa Gnecchi, responsabile welfare del Pd e componente della segreteria, e il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Nunzia Catalfo. Le conclusioni saranno affidate al segretario generale della Cgil Maurizio Landini“.

Pensioni 2019 ultime novità oggi 12 novembre: Salvini su quota 100 e 41

Le novità sul tema delle pensioni di oggi 12 novembre non si fermano soltanto a queste, grazie alle ultime dichiarazioni rilasciate da Matteo Salvini durante un’intervista rilasciata a Lady Radio. Il leader della Lega ha difeso una delle misure simbolo del suo Governo, la quota 100 e in più ha rilanciato anche la quota 41, alimentando le aspettative dei precoci e dei lavoratori che aspettano questo provvedimento che non sarà incluso nella prossima legge di bilancio.

Salvini ha spiegato: “Quota 100 sta salvando centinaia di migliaia di lavoratrici e lavoratori dalla gabbia della Fornero“. Poi non si è fermato e ha rilanciato: “Il nostro obiettivo è andare avanti e arrivare a quota 41. E’ solo l’inizio di un percorso e la difenderemo perché Renzi vuole cancellare quota 100 e ritornare alla legge Fornero“.

Parole che vanno in contrasto con quelle degli industriali, che proprio in queste ore tramite la voce del direttore generale di Confindustria, Marcella Panucci hanno ribadito: “Se ognuno deve fare un sacrificio pensiamo anche a una revisione di alcuni provvedimenti come Quota 100 e Reddito di cittadinanza, ridimensionandoli nelle risorse utilizzate”. Poi conclude: “Altrimenti il rischio è traslare sulle imprese il costo della manovra”.

Voi cosa ne pensate di queste parole del leader del carroccio Matteo Salvini? E quale dovrebbe essere il futuro per quota 100 e quota 41? Fatecelo sapere nei commenti sotto l’articolo e tornate ogni giorno a trovarci per esser sempre aggiornati con tutte le ultime novità sulla riforma delle Pensioni 2019!

PensioniPerTutti lavora ogni giorno per combattere le fake news e fornire un informazione corretta e veritiera stando sempre attento alle notizie che propone. Questo articolo è stato verificato con le seguenti fonti: Sito ufficiale CGIL Rassegna. Segnalaci una correzione se ne hai bisogno, o nei commenti o alla nostra mail!

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

30 pensieri su “Riforma Pensioni ultime oggi 12 novembre su Donne, quota 100 e 41, parla Salvini

  1. Buona sera,
    brevissimamente!
    Eccovi in carne ed ossa, un pericoloso Opportunista.
    Fai pena, sei un falso, il tuo partito si è fottuto 49 milioni di euro,denaro dei cittadini.
    E trovi ancora la faccia di parlare?
    Nasconditi!!!
    1000 metri sotto terra….
    In verità Ti dico mi fai schifo.

    Distinti saluti.
    Luigi Napolitano

  2. Buon giorno, a tutti. Resto allibito da quanto divulgato da Confindustria e ABI. Il 2019 si avvia alla conclusione , ed è un anno record per utili, a quanto pare. Ci sono società e banche che dichiarano ricavi pari o superiori a quanto previsto in manovra 2020 per il cuneo fiscale. Il vittimismo degli industriali, poi è scandaloso. Utilizzano il lavoro interinale per non dare certezze alle persone e alla scadenza del periodo e rinnovi vari lasciano a casa la Persona e ne assumono un’altra nello stesso ruolo. Ma di cosa si discute?
    Faccio riferimento a quanto detto da una grande Persona e cito ” NON PUO’ ESSERCI LIBERTA’ SENZA GIUSTIZIA SOCIALE; NON PUO’ ESSERCI GIUSTIZIA SOCIALE SENZA LIBERTA’ “.
    Chiarisco che non sono contrario ai guadagni degli imprenditori, sono contrario agli spropositi guadagni rispetta alla gente che lavora.

  3. Salvini ha ragione dopo quota 100 41 per tutti
    Liberiamo i posti di lavoro dalle persone stanche dopo 41 anni di lavoro e diamo se non tutto una parte del lavoro lasciato libero ai giovani per liberarli dal precariato e dalla disoccupazione
    Renzi politico senza scrupoli. VERGOGNA!!!!! Prima la jobS act creando ulteriore precariato, mentre oggi vuole togliere quota 100 per creare ulteriori esodati.

  4. Ma le casali nghe quando andranno in pensione mai si parla sempre di quoda 100 ma ste mamme che anno lavorato x365 giorni l’anno frutta una vinta che fine. Varranno e una vergogna

  5. E si Salvini ha Ragione da Vendere,ed la nefandezza legge Fornero verrà scavalcata solamente quando si farà 41 Per Tutti a Qualsiasi Età Senza Penalizzazioni……..

  6. Quota 41per tutti senza vincoli di età DA SUBITO PORCA MISERIA
    Le donne un’anno meno,non si può andare con 38 anni di contributi e non andare con 42, BASTA SUBITO 41.

    1. 41 per tutti.. una vergogna essere scavalcati da chi ha meno contributi.. chi ha lavorato 41 anni ha versato i suoi contributi.. anche troppi!!

  7. Ritengo che il vero problema sia non creare uno scalone di 5 anni dopo Quota 100 e nel contempo dare l’opportunità di andare in pensione a chi non ha avuto la possibilità di versare contributi con continuità e in special modo per coloro che hanno svolto lavori usuranti.
    Infine, permettemi un’osservazione, sembra quasi che ci si debba
    ” vergognare” per il fatto di avere avuto la fortuna di avere versato i contributi continuativamente e che dopo 38 anni di lavoro e 62 anni di età si possa andare in pensione.
    Ovviamente, senza dimenticare l’esigenza che i giovani hanno legittimamente di costruirsi un futuro.

  8. Tutti gli Italiani vogliono quota 100 quella vera e 41anni per tutti purtroppo dopo ogni tornata elettorale non se ne parla più ma gli stessi che la hanno sventolata sono coloro che vogliono poi convincerci ché queste opzioni non si possono fare perché costano troppo e noi come conigli ci ricaschiamo vero

  9. La quota 100 deve andare a scadenza altrimenti creiamo nuovi esodati e anche perché non si può continuare a cambiare le regole. Non si gioca con la pelle della gente e gli impegni vanno mantenuti. La mia ditta ha approfittato della quota 100 per fare esodi volontari (diciamo così per non dire o così o pomì). Gli industriali non cerchino alibi perché le eventuali nuove tasse e costi li scaricano sul consumatore finale. Ricordo loro che, dall’entrata in vigore dell’euro, hanno raddoppiato i prezzi dei prodotti, delle case, ecc. mentre gli stipendi sono rimasti gli stessi. Buonasera

    1. CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO , QUOTA 100 GIA’ LEGGE DEVE ANDARE AVANTI E COSI’ COME E’ FINO ALLA SCADENZA DEI 3 ANNI DI SPERIMENTAZIONE 2021 COMPRESO.

    2. La quota 100 attuale che quota 100 in realtà non è perché consente solo una combinazione (62+38) dovrebbe andare fino alla sua scadenza naturale e poi essere sostituita da una quota 100 “vera” (ossia tutte le combinazioni possibili 60+40, 60 e 1 mese e 39 e 11 mesi…. e così via fino a 66 e 11 mese e 33 e 1 mese) e contestualmente attivata subito la quota 41 (per questo non ho scritto prima 59+41 perché con 41 si smette indipendentemente dall’età e quindi di fatto questa combinazione è inutile). Tutto questo mantenendo il sistema di calcolo misto per chi ha contributi prima del 1/1/96. Per queste persone che invece decidono volontariamente di rinunciare al sistema misto e accettare il calcolo contributivo dovrebbe essere fatta una quota 93 (quindi sempre tutte le combinazioni possibili che danno 93) che oltretutto ingloberebbe anche l’opzione donna (infatti ora le donne con 58 anni e 35 di contributi possono lasciare il lavoro quindi 58+35=93). Ovviamente dovrebbe essere abolito quel perverso meccanismo dell’aspettativa di vita che continua a spostare in avanti la pensione, e anche le finestre non ha senso che rimangano, quando uno raggiunge i requisiti richiesti non dovrebbe aspettare 3 mesi per vedersi riconosciuto il diritto, ma ottenerlo subito.

  10. QUOTA 100 GIA’ LEGGE FINO AL 2021 COMPRESO DEVE ANDARE AVANTI FINO ALLA FINE DELLA SPERIMENTAZIONE DEI 3 ANNI E COSI’ COME E’ E COME PREVISTO DALLA LEGGE, NON SI POSSONO CAMBIARE LE LEGGI IN CORSO E NEANCHE OGNI 2 ANNI, COME DICHIARATO ANCHE DA SEN. MATTEO SALVINI E DA MOLTE PERSONALITA’ POLITICHE E SINDACALI, LE PERSONE DA QUANDO E’ USCITA LA LEGGE HANNO PROGRAMMATO E FATTO AFFIDAMENTO FINO AL 2021 COMPRESO, POI PER IL 2022 SI APPLICHERA’ UNA NUOVA RIFORMA PENSIONISTICA, PRECEDENZA ALLE LEGGI GIA’ IN VIGORE DA PORTARE A TERMINE COME PREVISTO, LE PERSONE COME MINIMO HANNO 62 ANNI E PROBLEMI FISICI E DI SALUTE E MANCA L’ENERGIA, INOLTRE LE DONNE SVOLGONO DOPPIO LAVORO ANCHE CURA DELLA FAMIGLIA E FIGLI E PER QUESTO CONDIVIDO UNO SCONTO CONTRIBUTIVO NELLA LEGGE DI BILANCIO 2020 COME PREVISTO DA QUOTA 100 ROSA PROPOSTO DALLA SIG ORIETTA ARMILIATO O UNO SCONTO CONTRIBUTIVO DI 1 ANNO PER FIGLIO PROPOSTO DA DIVERSE PERSONALITA’ POLITICHE E SINDACALI (SEGR. M.LANDINI , GHISELLI ECC. ), QUOTA 100 GIA’ LEGGE FINO AL 2021 COMPRESO, FINO ALLA FINE DELLA SPERIMENTAZIONE NON SI TOCCA( E RIMANE COSI’ COME E’) PER NESSUN MOTIVO, SE SERVONO SOLDI SI DEVONO TROVARE ALTROVE!

    1. Sig.ra FRANCESCA oramai l’abbiamo imparato a memoria quello che continua a ripetere nei commenti. Ogni tanto cambi musica, non faccia copia incolla ad ogni argomento dei giornalisti. Capisco che la paura di cambiamenti in corsa di quota 100 possano essere realizzate, ma non è che continuando a ripetere le stesse cose i nostri politici le vengono incontro.

      1. SIG. ANTONIO IO PENSO DI AVERE IL DIRITTO DI SCRIVERE QUELLO CHE MI SENTO(NON OFFENDENDO NESSUNO) E SE A LEI DA FASTIDIO FACCIA A MENO DI LEGGERE (NESSUNO LA OBBLIGA A LEGGERE) E COMUNQUE FINO AD ORA I POLITICI, LA MAGGIO PARTE E ANCHE I SINDACALISTI HANNO DECISO CHE ANDRA’ AVANTI FINO ALLA FINE DELLA SPERIMENTAZIONE 2021 E LEI PUO’ SCRIVERE QUELLO CHE VUOLE E CAMBI MUSICA LEI, IO CONTINUERO’ A SCRIVERE QUELLO CHE MI SENTO E LEI PENSI A QUELLO CHE SCRIVE LEI, HA COMPRESO?

  11. Le imprese (e tra queste c’è non solo Confindustria, ma ci sono anche le banche S.p.A.) da sempre utilizzano la logica “profitti privati, perdite pubbliche”.
    In altre parole, quando gli affari delle aziende vanno bene, i dividendi vengono distribuiti tra gli azionisti.
    Quando, invece, gli affari delle aziende vanno male, i lavoratori vengono licenziati e chiedono l’aiuto dello Stato (cioè al pubblico, tra cui ci sono anche i lavoratori che vogliono licenziare).
    La manovra ricade sui lavoratori. Questo è più che noto. È giusto che ricada equamente anche su imprese e banche.
    Di Matteo Salvini mi domando solo una cosa: se davvero voleva realizzare Quota 41 (così tanto attesa e condivisa da gran parte dei lavoratori), perché ha tolto la fiducia al Governo Conte?
    Quale dovrebbe essere il futuro per Quota 100 e Quota 41? Non c’è risposta a questa domanda.
    Quale dovrebbe essere il futuro di Quota 100 e Quota 41 COMPATIBILMENTE con il futuro del lavoro? A questa domanda c’è risposta.

  12. Quota 100 è il miglior provvedimento che un governo abbia mai varato negli ultimi vent’anni . Grazie Salvini e grazie DiMaio per avercelo regalato e grazie ancora per difenderlo in parlamento dagli sciacalli di IV . Cari industriali i lavoratori hanno già dato e ora recriminano i loro sacrosanto diritto GIÙ LE MANI DA QUOTA 100

    1. Giusto provvedimento, facoltativa l’uscita, un pò di respiro per chi è stanco e non gode più di buona salute dopo una vita di duro lavoro in fabbrica, abbiamo pagato pensioni a gente, ritirata dal lavoro con poco più di 15 anni di contribuzione ed ora è arrivato il mio turno.Spero, dopo il 2022, che si metta mano ai 41 anni di età per tutti e si abolisca questa nefanda legge Fornero che ha rovinato migliaia di famiglie.

    2. FRANCO CONDIVIDO PIENAMENTE IL SUO COMMENTO, QUOTA 100 GIA’ LEGGE FINO AL 2021 COMPRESO, IL MIGLIOR PROVVEDIMENTO CHE UN GOVERNO ABBIA MAI VARATO, GRAZIE SALVINI E GRAZIE DI MAIO E GRAZIE PER DIFENDERLO IN PARLAMENTO DAGLI SCIACALLI DI I V.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *