Riforma pensioni, ultime Salvini al 6/9: ‘vi dò la mia parola, mai una nuova legge Fornero’

Riforma pensioni, ultime Salvini al 6/9: ‘vi dò la mia parola, mai una nuova legge Fornero’

Le ultime notizie al 6 settembre 2019 sulla riforma pensioni, vertono soprattutto su quelle che potrebbero essere le future sorti delle misure già approvate e di quelle promesse, specie da quando il Governo giallorosso si é ufficialmente formato e sono noti i nomi dei nuovi Ministri. Ci si interroga sui social e si fanno ipotesi, delle più svariate: dopo la Quota 100, si chiedono preoccupati in molti, tornera di nuovo una legge Fornero, più restrittiva sul versante pensioni? O ancora verrà abolita quota 100? Rimarrà con aggiustamenti fino al 2021 per poi essere sostiuita con altro?

Vi é chi in tutto questo, il leader della Lega Matteo Salvini, interviene a muso duro, e sebbene fuori dal Governo, che egli stesso ha sfiduciato, probabilmente sperando in nuove elezioni piuttosto che in un Conte Bis, promette battaglia ed assicura ai suoi elettori ed ai cittadini tutti: “Vi dò la mia parola in Parlamento non passerà mai una nuova legge Fornero”. Vediamo le sue dichiarazioni ed il perché Salvini abbia voluto fare questa precisazione mentre commentava, negativamnete, i nomi dei nuovi Ministri, che a suo dire sono talmente inadeguati che avrebbero dovuto scatenare l’ilarità del Presidente della Repubblica Mattarella: Presidente, parlava di un governo di lunga durata, con solidi principi e un programma comune. Non le viene da ridere, da sorridere? Non era meglio chiamare a votare 60 milioni di italiani anziché 60mila persone su Rousseau? All’estero parlano di governino. Orgoglioso che la Lega sia immune da queste schifezze”.

Pensioni 2019, Salvini promette battaglia: vi dò la mia parola, mai più Fornero

Salvini, come riporta Repubblica.it, é un fiume in piena contro il nuovo Governo giallorosso, contro cui promette opposizione su ogni fornte, fin quando si tornerà al voto, perché, dice da qui non si può scappare ed allora ‘vinceremo’. Poi torna ad evocare il complotto:È tornato il governino, quello delle telefonate da Parigi, Bruxelles e Berlino in cui dicono ‘si fa così’. Preferisco aspettare qualche mese e tornare al voto, senza Rousseau o i giochini di palazzo”. E poi rivolgendosi con tono provocante a Conte, Renzi e Di Maio aggiunge: “È l’ultimo giro della spartizione, in Senato li guarderò in faccia. Tireremo fuori tutte le beghe, scandalini e denunce”.

Poi torna sul tema che più lo ha reso popolare nel governo gialloverde, la sua battaglia contro la Riforma Fornero, sui cui prova nuovamente a farne, anche all’opposizione, ‘cavallo di battaglia’ della Lega, promettendo coerenza con i suoi ideali passati e garantendo di opporsi ad ogni ritorno di una nuova riforma Fornero. Quel che lo preoccupa é infatti la carica di Bellanova all’Agricoltura: “Signor Conte, a chi la vuoi dare a bere? Bellanova all’Agricoltura: “È stata relatrice della Fornero”. Poi assicura: “In Parlamento non passerà mai una nuova legge Fornero, come si sta ventilando, vi dò la mia parola”. Dalla sua invece Elsa Fornero su La 7 si é detta ben contenta del cambiamento ai vertici della guida dell’Italia, Salvini, afferma senza giri di parole, non era affatto un bene per il nostro Paese, sono contenta di questa discontinuità.

Fornero contro Salvini: inadeguato, ora bisogna impegnarsi a combatterlo

La professoressa Fornero dalla sua non risparmia infatti Salvini da critiche e si dice sollevata del cambio nel nuovo Governo: ” Un governo che prima aveva Matteo Salvini come figura dominante, nettamente prevalente, e che ora non ha più Salvini é sicuramente un fattore di discontinuità” poi aggiunge: “Ho sempre ritenuto che Salvini non fosse un bene per il Paese e che fosse inadeguato”.

Poi procede, dicendo che ora il neo Governo ha l’arduo compito di ‘combattere Salvini’ che ha perso una battaglia, ma non la guerra: “Ora si tratta di vedere se questo governo potrà promuovere il bene e fare qualcosa di buono, fermo restando che Salvini ha perso una battaglia, ma non la guerra“. Poi conclude: “Salvini é fuori dal governo ma non dalla vita politica del Paese, quindi bisogna impegnarsi a combatterlo“. Poi specifica per quanti tenderebbero subito a fraintendere le sue parole: “combatterlo non come persona ma le sue idee ed il suomodo di fare politica che ha prodotto dei problemi all’Italia”.

Cosa ne pensate delle parole di Salvini e delle sue critiche al Governo e che effetto vi fanno le sue rassicurazione sul no ad un eventuale nuova Legge Fornero? Condividete o meno le parole della professoressa Fornero? Fatecelo sapere nell’apposita sezione del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

21 pensieri su “Riforma pensioni, ultime Salvini al 6/9: ‘vi dò la mia parola, mai una nuova legge Fornero’

  1. La quota 100 non deve essere toccata mi chiamo Manrico sono uscito dal mondo del lavoro il 1agosto di quest’anno sperando appunto su questa possibilità ho 60 anni e 39 anni di contributi ora aspetto i 62 anni per andare in pensione avendo dei problemi fisici infatti ho subito 2 interventi lo scorso anno e non riesco a rimanere in piedi per più di mezz’ora e con il lavoro in Fabrica come fornitore non sono avantagiato spero vivamente che la quota 100 non si tocchi altrimenti sarei nei guai.

    1. Signor Manico, penso che Lei sia stato molto imprudente. Se Quota 100 rimarrà come ora, almeno fino al 2021, sarà veramente un miracolo! Non l’ha capito che questo governo “di sinistra” è contro i lavoratori? Appena mancheranno soldi per fare la finanziaria che vuole l’Europa, può immaginare da solo dove finiranno le sue speranze!
      Comunque auguri!

  2. Io ho 60 anni sono malata invalida,mi sono licenziata dopo 40,7mesi di contributi lavorati faticosamente come infermiera.Con la legge della quota 100 fra 2 anni potrei percepire la mia pensione da lavoratrice e non l’assegno ordinario di inabilità che ora percepisco ma fino al 2021.Se la legge quota cento verrà abolita ho modificata. rimarrò senza pensione e senza assegno di invalidità.Oppure dovrei pagare contributi volontari mancanti x un totale di 10000€ x poter prendere la pensione da lavoro 41 e10 mesi (LEGGE FORNERO).LE LEGGI NON SI CAMBIANO COME SI CAMBIANO LE MUTANDE.MI RIVOLGO AL NUOVO GOVERNO .

    1. Questi due commenti dovrebbero leggerli quei politici ( specie del PD ) che hanno già iniziato a dire ‘ rivediamo quota 100 ‘. Se si rivedesse in senso restrittivo si creerebbero dei nuovi esodati. Nessuna persona di buon senso potrebbe accettarlo. Sulla base di una legge appena partita la gente ha preso le sue decisioni e non si può modificarla. A fine del 2021 si potrà correggerla non prima. Credo che passata questa sbornia da ritorno al governo qualcuno valuti bene cosa proporre e si dimentichi di tornarci sopra.

  3. Piero condivido pienamente quello che hai scritto…..! Dicono che non ci sono state tante domande per quota 100 in base alle previsioni e agli stanziamenti quindi per quale motivo abolirla?

  4. Spero non tocchino quota 100 che ha già le coperture finanziarie.Basta con questo clima di terrorismo sulle pensioni!!!!.Mettere mano su quota 100 mi ricorda la tela di Penelope

  5. Matteo Salvini, ti sei fatto fregare da un napoletano (me lo posso permettere di dirlo visto che anche io sono un napoletano), sei stato molto ingenuo avevo e cmq ho stima ancora di te però uscendo ci hai lasciato tutti col culo per terra . Spero che ti impegni cmq a lasciare quota 💯 senza ritocchi in quanto non è corretto nei confronti di chi aveva iniziato a sognare a un futuro più rilassante, godendosi la pensione. Oltre a questo non devi mollare e portare avanti quello che ti eri proposto di fare per gli italiani grazie e buona serata

  6. Buon giorno ho 60 anni lavoro nel campo della ristorazione e sono turnista per mantenermi il lavoro sono costretto a lavorare anche 12-14 ore al giorno, rientro la notte anche alle 4 del mattino ho i miei problemi di salute il tutto per 53 Euro al giorno, senza percepire 1 Euro in più. Speravo tanto di resistere fino al 2021 per poi accedere a quota 100, ma non so come andrà a finire con questo governo. Spero che non cambiano la quota 100 altrimenti non so come mi andrà a finire, perché non c’è la faccio più, tanto loro sono ben ancorati alle loro poltrone che c’è ne frega di noi che sputiamo sangue. Ad ogni modo non voterò mai più 5 stelle e tanto meno PD che negli anni scorsi hanno finito di rovinare l’Italia. Un saluto a tutti.

  7. Hawking ha enunciato la teoria del tutto, Salvini la teoria del nulla. La legge Fornero non è stata affatto abolita, è sempre là.

    1. Daccordissimo con Mario .. (fermo restando che far – incassare – contributi per 43 anni e passa … fa fin troppo comodo a tutti i poltronisti di sinistra .. centro e destra ..)
      Ora c’e’ qualche capitano … che ha ri-messo lo stesso disco in funzione pensando: “gallina vecchia fa buon brodo …” e .. “squadra vincente non si cambia …”
      Cio’ detto, voglio vedere come faranno a far marciare la “cara, vecchia” ADV sapendo che (come e’ stato detto l’altra sera su RAI 3) L’Italia e’ – in Europa – il paese con il TASSO PIU’ ALTO di infermita’ fisica a partire dai 65 (sessantacinque) anni di eta’ !!!

    2. Almeno Salvini ha cercato di cambiare qualcosa in meglio per chi ha lavorato.
      Vedrai come miglioreranno la legge Fornero questi nuovi, vedrai!

  8. Giù le mani da quota 100!
    Credo che, in realta’, coloro che usufriranno od hanno già usufruito della quota 100, abbianno superato ampiamente i paletti di 62 anni e 38 di contributi!
    Personalmente vorrei godere della pensione nel 2020, quando avrò un età di 64 anni e contributi versati per 41.5 anni.
    È un diritto inalinabile godere , ancora in un accettabile stato di benessere fisico, di qualche anno di pensione prima dell’ inevitabile declino.
    Non si può andare in pensione spremuti come limoni e probabilmente con in regalo già una pala per scavare…….

  9. Ma questa signora Fornero quando la smetterà di rompere le palle Perché non dice quando è andata in pensione sua figlia? Parla male e razzola peggio

    1. Smettiamola di far rimbalzare ‘fake news’.
      La figlia della Fornero ha 40 anni ma non ha nessuna pensione, la madre è andata in pensione a 71 anni, se poi vogliamo pregarla di non esternare più sull’argomento pensioni allora sono d’accordo che oggi non interessa a nessuno la sua opinione

  10. caro salvini,
    purtroppo il danno lo hai già fatto lasciando in mano il paese ai sinistri per altri 3.5 anni e , credimi , prima di quella data non si schioderanno dallo scrano.
    a brevissimo restaureranno la situazione precedente per quota 100, non perchè sia necessario , ma solo ed esclusivamente perchè fu partorita dalla te.
    quota 100 è infatti pienamente finanziata e coperta fino a fine 2021, inoltre ha avuto un costo molto più basso di quanto accantonato.
    questi sinistri dovranno comunque punirci e quindi hanno già previsto le seguenti misure “riparatorie”: A) innalzamento dell’età minima per accedere alle prestazioni pensionistiche a 63 / 64 anni a seconda della provenienza politica , quando in europa si va dai 60 ai 62 anni.
    B) innalzamento dei contributi minimi a 39/40 anni; la media europea è 37,5
    C) cancellazione dell’opzione quota 100 almeno dal 01.01.2021 ma si ipotizza anche 01.01.2020.
    D) reintroduzione dell’adv per ogni tipologia di prestazione pensionistica fin dal 01.01.2020
    E) riduzione delle finistre di uscita da 4/2 a 1/1, si andrà quindi in pensione almeno 1 anno dopo.
    Se questo non è il governo dell’ODIO …….

    1. Ma perché con tanti nodi da sciogliere nel paese, si pensa, intanto, a modificare quota 100 che ha dato qualche barlume di speranza a tanti?! Non è obbligatorio andare in pensione con quota 100, chi vuole può comunque continuare a lavorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *