Pagamento pensioni agosto, calendario aggiornato banche e poste

Rinnovo contratto Poste italiane 2024: CCNL scaduto, aprono i negoziati

La scadenza del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) di Poste Italiane, fissata per lo scorso 31 dicembre 2023, ha sollevato l’urgente necessità di un rinnovo. Diverse organizzazioni sindacali, che agiscono in rappresentanza dei lavoratori all’interno del gruppo, hanno avanzato richieste in tal senso.

Contratto CCNL poste italiane, il 22 febbraio 2024 iniziano i negoziati

In una nota la FAILP CISAl spiega che: “Il 2 febbraio 2024, dopo la conclusione del ciclo delle assemblee svoltesi in tutte le sedi di lavoro di Poste italiane, la FAILP CISAL e le altre OO.SS. del tavolo relazionale nazionale hanno trasmesso all’Azienda la nota ufficiale di conclusione del percorso di illustrazione ed  approvazione della PIATTAFORMA UNITARIA predisposta dalle sei sigle sindacali maggiormente rappresentative”

A stretto giro di posta l’Azienda ha convocato per il 22 febbraio il primo incontro ufficiale di apertura del negoziato per il rinnovo del CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO dei dipendenti di Poste italiane.

Nella documentazione inviata dalla FAILP si può leggere che il sindacato ha già inviato alle Poste “La piattaforma unitaria per il rinnovo del CCNL del personale non dirigente di Poste Italiane scaduto il 31.12.2023. La stessa è stata discussa nelle assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori che ne hanno approvato i contenuti a larga maggioranza con circa il 93% dei consensi. Le scriventi con la presente chiedono l’avvio del negoziato”.

Rinnovo Contratto Poste Italiane: le richieste dei sindacati

I rappresentanti dei sindacati lavoratori di Slp Cisl, Slc Cgil, Uilposte, Confsal, Failp Cisal e Fnc Ugl parteciperanno alle trattative per il rinnovo del contratto e chiederanno in Commissione e nelle assemblee dei prossimi giorni un nuovo accordo da raggiungere. Ricordiamo di seguito le proposte che saranno presentate e che sono state chieste dai sindacati:

  • il riconoscimento di un significativo incremento del livello medio salariale di 260 euro per il periodo 2024-2026;
  • la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario;
  • il miglioramento del welfare;
  • una maggiore partecipazione dei lavoratori alla governance dell’impresa;
  • attenzione al contesto delle novità tecnologiche e di intelligenza artificiale con l’adeguamento dei livelli di inquadramento e sull’occupazione dei lavoratori dei servizi postali.

Inoltre, si legge nel comunicato: “I sindacati che rappresentano i lavoratori del gruppo Poste Italiane sono contrari alle politiche di privatizzazione della maggioranza di Governo. Essi sostengono la necessità della formazione del personale durante l’orario di lavoro per lo sviluppo professionale dei dipendenti sono importanti per l’intesa tra rappresentanza dei lavoratori e quelli aziendali”.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

2 commenti su “Rinnovo contratto Poste italiane 2024: CCNL scaduto, aprono i negoziati

  1. Buonasera! Mi auguro che venga rinnovato il Contratto di lavoro dei dipendenti di Poste italiane e che vengano accolte le richieste dei Sindacati. Ringrazio tutti vivamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su