Ultima ora nuova legge sulle Pensioni, Salvini: ‘Quota 100 senza penalizzazioni nel 2019’

Pensioni ultime novità Salvini

Alla fine il Governo ha trovato la quadra sul DEF e quindi sulle riforme da inserire nella prossima legge di bilancio. Le notizie dell’ultima ora sulla nuova legge delle Pensioni arrivano direttamente dai massimi esponenti dell’esecutivo che ieri sera in una conferenza stampa hanno spiegato gli interventi da fare nel corso del prossimo anno.

Per quanto riguarda il tema delle pensioni, vi sono due notizie importanti, sulle coperture stanziate e sulla quota 100 e a darle sono state il Ministro Di Maio e il Ministro Salvini in persona. A fondo articolo potete trovare la conferenza integrale che abbiamo caricato sul nostro canale youtube se volete ascoltare tutto quello che è stato detto.

Nuova legge sulle Pensioni, aggiornamenti dalla conferenza stampa sul DEF da Salvini e Di maio

Prima di passare al capitolo sulla nuova legge sulle Pensioni, il Premier Conte ha introdotto la conferenza stampa, spiegando che è stato confermato il rapporto deficit-Pil al 2,4%, ma che negli anni scenderà progressivamente passando al 2,1 nel 2020 e 1,8 nel 2021. Per quanto riguarda le risorse stanziate il totale per tutte le manovre dovrebbe ammontare a circa 20 miliardi di euro che saranno così suddivisi: 10 per il reddito di cittadinanza, 7 per il superamento della riforma Fornero, 2 per la flat tax e 1 per le assunzioni straordinarie delle forze dell’ordine.

Come si può notare quindi vi è stato un piccolo taglio sui fondi necessari per la riforma delle Pensioni, con le risorse che passano da 8 a 7 miliardi. Secondo Salvini queste saranno sufficienti comunque per garantire quota 100 per tutti e senza alcuni tipo di penalizzazione sull’assegno pensionistico. L’uscita anticipata sarà a partire dai 62 anni di età purchè si siano maturati 38 anni di contributi, e nel conteggio dovrebbero contare anche i figurativi senza restrizioni.

Ultim’Ora Pensioni 2018-2019, Salvini conferma quota 100 per tutti

Nella conferenza stampa che trovate qui sotto ha parlato sulle Pensioni Salvini e ha ribadito che “Ci tengo a sottolineare 3 impegni che abbiamo preso con gli italiani e che iniziamo a mettere in pratica. Il primo è  il superamento della legge Fornero che vedrà la possibilità, e non l’obbligo, di andare in pensione con qualche anno di anticipo rispetto alla vigliacca riforma Fornero per qualche centinaio di migliaia di persone già dall’anno prossimo, senza alcun tipo di penalizzazione”.

 Poi Salvini continua: “Seconda cosa  la flat tax, un’aliquota fiscale fissa al 15% per le partite Iva e poi  per quel che concerne il mio ministero, un piano di assunzioni straordinario di donne e uomini per garantire più sicurezza nelle strade del nostro Paese”. Infine conclude “Questa è una bella e coraggiosa manovra”. Voi cosa ne pensate di queste misure? Fateci sapere la vostra nei commenti qui sotto!

62 commenti su “Ultima ora nuova legge sulle Pensioni, Salvini: ‘Quota 100 senza penalizzazioni nel 2019’

  1. In matematica, fino a prova contraria, 62 + 42 = 104, non risulta quota 100, forse il mio insegnante di matematica veniva da un altro pianeta.

  2. Capisco i problemi di badget, ma non capisco perchè si può andare in pensione a 62 più 38 di contributi, e non a 63 e 37 e così via
    oppure quota cento è solo una parola, la formula più equa è andare in pensione a partire da 63 anni ed almeno 35 di contributi,
    se i soldi non ci sono vuol dire che quelli che c’erano pre fornero lo stato li investiva male per mandare in pensione le persone, e non
    è giusto che i problemi li paghino gli attuali 60 enni, riformare significa fare cose eque per tutti, e non solo per una platea che ha determinati requisiti.

  3. Siamo alle solite,perché non lo avete detto in campagna elettorale che si promuoveva chi aveva meno contributi della quota 41? Quello che state facendo con quota 100 “62 +38” credo e sono sicuro che alla Lega ed in particolare a Salvini costerà qualche milione di voti.

    1. Condivido. E’ semplicemente ridicolo quello che stanno facendo. Ho inviato a Di Maio e Conte il messaggio che segue: DIFFONDIAMOLO Carissimo Luigi, a proposito di quota 100, il DEF pubblicato testualmente recita: “Tale priorità sarà realizzata attraverso l’individuazione della cosiddetta “Quota 100” come somma dell’età anagrafica (62 anni) e contributiva (minimo 38 anni) quale requisito per accedere alle misure previdenziali.” Se ciò fosse vero il provvedimento sarebbe semplicemente RIDICOLO, tanto vale ritiratelo e risparmierete 7-8 miliardi. MA VI RENDETE CONTO DELL’ASSURDITA’ DI TALE IPOTESI ? MANDATE IN PENSIONE GENTE DI 62 ANNI E MANTENETE IN SERVIZIO GENTE DI 64 O 65 ANNI. Ti ricordo, inoltre, che in campagna elettorale tu e Salvini vi siete impegnati per quota 100 senza “SE” e senza “MA”. Se la soluzione dovesse essere questa allora CESTINATELA, COSI’ ALMENO NON VI DIREMO GRAZIE, PERCHE’ IN PENSIONE CI POSSIAMO ANDARE GIA’ A 63 ANNI E 5 E MESI E 20 ANNI DI CONTRIBUTI CON L’APE VOLONTARIA GIA’ IN VIGORE (forse non lo sapete) Ti ringrazio anticipatamente se avrài un minuto di tempo per rispondermi, ma temo che non lo farài. Un Cordiale Saluto.

  4. Scusate se andate a verificare, io nel mese di Settembre ho attacato questo governo. Perchè ho sempre sostenuto, che le promesse fatte bisogna mantenerle come loro hanno sempre detto senza se e senza ma. (Eiminazione della legge Fornero) Anche se nelle mie condizioni ,qualsiasi modo con quasi 66 anni di età, e 42 e 1 mese di contributi, non avrei avuto problemi nel calcolo delle quote.Però ho sempre criticato questo governo. Ora volendo essere obbiettivo , credo che Salvini più di cosi non può fare , anche se spero sempre che trovando dei soldi possa accontentare tutti. Come avevo detto a Settembre ,che alla fine, la legge Fornero l’avrebbe fatta senza penalizzazioni. Però non dobbiamo dimenticare ,il semplice fatto che non è solo a comandare. E di conseguenza con i soldi a sua disposizione ,lui non può accontentare tutto il suo elettorato. Certo se non ci sarebbe stato il reddito di cittadinanza, che io non ho mai condiviso , credo che sarebbe stato meglio per tutti gli aspiranti pensionandi. Ma puttroppo non possiamo fare nulla, perchè anche Di Maio giusto o sbagliato vuole accontentare il suo elettorato, e la coperta di un letto singolo , diventa piccola per un letto matrimoniale .

    1. Questa QUOTA 100 é una buffonata! Si stanno prendendo in giro coloro che sono stati penalizzati dai + 6/7 anni della “riforma” Fornero. Credo che dovrebbero essere privilegiati coloro che sono più prossimi all’età pensionabile, cioè (65+35 / 64+36 / 63+37). Pensateci! Più si è anziani più si fa fatica e meno si rende sul lavoro!

  5. Quello che non và è il reddito cittadinanza perché toglie risorse dalla riforma delle pensioni, se si concentrerebbe tutto per una casa molto più nobile. Si potrebbero liberare da 300/400 mola posti di lavoro, e finalmente tanti troverebbero un impiego e tanti altri non avrebbero più scuse che il lavoro non c’è altro che pensionare prima chi ha lavorato meno. Si dovrebbero aiutare solo gli indigenti non i lazzaroni

  6. Damiano adesso dice che la riforma quota 100 secondo lui costa più di 50 miliardi. Prima quando la proponeva lui costava gratis. Questi falsi comunisti le inventano tutte pur di non fare niente se non sono loro a farle. Adesso, forse dico forse, che si riesce a modificare qualcosa anche se è rimasta indietro tanti futuri pensionandi hanno da dire. Allora sapete cosa vi dico io andate a prenderlo dove lo prendono le oche

  7. Se non bastano 41 anni di contributi allora e’ meglio morire direttamente.
    Non vi votero’ mai piu’ e andate a cagare.
    Voi siete come il pd

  8. CARO SALVIINI
    SE PASSA LA C.D. QUOTA 100 COSI’ (62 + 38) E NON COME HAI PROMESSO IN CAMPAGNA ELETTORALE QUOTA 100 SENZA PALETTI,
    PER QUANTO MI RIGUARDA CI VEDREMO ALLE ELEZIONI EUROPEE..,

  9. Cara Angela, difendili pure evidentemente hai 38 anni di contributi e ti va bene, mentre io che ne ho 42 a dicembre ma ho “solo” 60 anni quindi quota 102 la prendo dove fa male .. o bene a seconda dei gusti , evidentemente 42 anni di lavoro non bastano, devo aspettare ancora due anni, sempre che non tolgano l’aumento di 5 mesi dal 2019 x l’aspettativa di vita, mentre chi ha 38 anni di lavoro potrà usufruire della presunta “quota 100”. Vergogna !

  10. BRAVI, Complimenti!!! Quindi quelli come me che sono del ’53 e lavorano come docenti sul fronte della scuola pubblica, avendo fatto tanti sacrifici ed una gavetta di supplenze temporanee e saltuarie,e che non si ritrovano 38 anni di contributi,ma 37 e mesi …. non se ne possono andare perchè il MIUR per i dipendenti della scuola prevede la maturazione dei requisiti al 1 settembre…. dopo di chè ti fai un altro anno…e così via.
    Largo ai giovani!!! Complimenti ai cervelli che vi hanno fatto consulenza!!!

  11. Siamo alla fine della barzelletta può andare in pensione chi ha lavorato 36 o 38 anni e rimane chi ne ha 41 e forse più alla faccia delle promesse elettorali bravi dimostrate quello che siete INCOMPETENTI

  12. Basta con il gioco dell’oca o Monopoli quota 100 finta 41 si ma dal 2020 bisogna solo fare una legge dove tutti vanno in pensione dopo 40 anni di contributi a qualunque età tanto i giovani prima dei 20/25 anni purtroppo non trovano lavoro quindi siamo già a 60 anni le condizioni devono essere 2 un versamento minimo vedi 20 anni e 60 di età ed uno massimo pari a 40 di contributi punto e basta tanto la vita media è pari a 80 anni quindi mettila come vuoi al massimo la pensione la godi per 20 anni in un caso o nell’altro il problema è che i furboni vogliono fare in modo che i cittadini onesti si girano la pensione al massimo 10 anni .

    1. INGIUSTIZIA…….. questo provvedimento manderà in pensione chi ha 38 anni ed io che sono già a quota 103 …… dovrò aspettare ancora un anno andando in pensione a 62 anni e 42,5 anni di contribuzione! Cari politici meritate un plauso…..e forse una “ripasatina della matematica….. almeno non chiamatela QUOTA 100.

  13. IN INGHILTERRA TU HAI DIRITTO, DA PENSIONATO, A SCEGLIERE TRA PENSIONE E MONTANTE, CAPITALE PIU’ INTERESSI. A RIPROVA DEL FATTO CHE QUELLI, CHIACCHIERE A PARTE, SONO SQUISITAMENTE SOLDI TUOI CHE TI SEI STRAPAGATO.
    SE FOSSE COSI’ ANCHE DA NOI, CHE ABBIAMO CONTRIBUTI, PERALTRO, ENORMEMENTE PIU’ ALTI CHE IN INGHILTERRA E IN TUTTI GLI ALTRI PAESI DEL MONDO, LI VORREI VEDERE POI, IN ITALIA, I POLITICI, I TECNICI, I PRESIDENTI, I CONDUTTORI DI TALK SHOWS, A SPIEGARTI CHE TI RICALCOLANO IL TUO MONTANTE E CHE, MAGARI, GLIENE DEVI RESTITUIRE UNA PARTE… QUANDO GIA’ CE L’HAI “IN BERTA” E, MAGARI, GIA’ LECITAMENTE E LEGITTIMAMENTE IMPIEGATO O SPESO!
    RICEVO L’IMPRESSIONE CHE IN QUESTO PAESE SI STIA FACENDO UNA INDIGESTIONE DI SPROLOQUIO DA CASTRONERIA GIURIDICA!

  14. Chiedo a Salvini: “Ma con questi paletti 62 e 38 di contributi.. quindi quota 100….escludendo tutte le altre combinazioni che danno sempre cmq la somma 100… 63 e 37 64 e 36 etc. allora stiamo giocando a lotto?….e vincono solo chi ha 62 e 38.?!..ti prego caro Matteo… stabilite anche solo in quale citta’ e’ consentito andare in pensione!..cosi facciamo ambo secco!!!!!

  15. Dal tempo della campagna elettorale, Salvini dichiarava che gli anziani debbono fare i nonni e non continuare a lavorare schiavi della Fornero. Sono del 1954 ed ho attualmente 64,5 anni. e quasi 37 anni di contributi, quindi quota 101 abbondante. Secondo le regole sopra riportate, potrò andare in pensione da gennaio 2020, ovvero all’età di 65,5. Quindi nel frattempo, ingiustamente, il nonno deve attendere.

  16. Caro Salvini,a novembre maturo 41 anni di contributi versati….a dicembre compio 59 anni….
    Dopo tutte le rotture di scatole subite in 41 anni (scusa se mi permetto ) di onesto lavoro,sono anticipato,da chi ha 38 anni di lavoro,senza calcolare,quelli che dovrò ancora lavorare….
    MA PROVA A MANDARE IN PENSIONE QUELLI CHE 40 ANNI ,LI HANNO GIÀ LAVORATI…CAZZO !!!

  17. Caro Salvini sono un ex imprenditore con un fallimento alle spalle e da 8 anni disoccupato ho 36 anni di versamenti contributivi per una cifra che si aggira sui 400mila ho 63 anni dimmi tu se é giusto andare in pensione oppure no.
    Grazie

  18. Non smetterò mai di sostenere che la “formula giusta” per perequare tutte le situazioni, sia quella di fissare SOLO il limite di “età contributiva”. Inutile portare avanti formule numeriche alchemiche. Una persona deve andare in pensione in base a quanti anni ha lavorato e quanti contributi ha versato. Non ci azzecca l’età. Per me il limite giusto è di 40 anni di contributi. Perché 40 anni? Prendiamo 20 anni iniziali (dalla nascita al compimento dei 20 anni), aggiungiamo 40 anni di lavoro, e poi anche…………se tutto và bene……20 anni di “giusto riposo” per raggiungere l’età media di vita attuale che è 80. Abbiamo quindi 20+40+20 (ipotetici)=80. Questa è matematica.

  19. l’italiano e’ chiaro ,quota 100 vuol dire 100,somma eta’ contributi punto e basta ,salvini e’ un grande pinocchio ,in campagna elettorale affermava che 40 anni di lavoro sono piu’ che sufficenti ,solo chiaccchiere ,ora fa marciaindietro ,se ha gli attributi come dice di avere ,i soldi per pagare la pensione ,li vada trovare da chi percepisce laude pensioni senza aver versato i relativi contributi ,e magari in pensione in giovanissama eta’ ,pinocchio………

    1. Il problema, che non dovrebbe essere un problema, è che, se hai iniziato presto a lavorare, secondo loro, fissando solo il numero di anni di servizio, poi, secondo la media, usufruisci più anni del TUO DIRITTO alla pensione.

  20. 61 anni e 41 di versamenti , con la fornero a 64 e 44 nel 2021 senza penalizzazioni, se mettete penalizzazioni per 62 o 64 anni andate tutti a cagare.

  21. Io la quota 100 la raggiungo nel 2019. 40 di contributi e 60 di eta’. La quota 100 con paletti a 62 anni è un ingiustizia. Salvini, Di Maio, ci state prendenfo in giro!

  22. Buongiorno anch’io non la trovo giusta questa manovra, leggo sempre quota 100 senza paletti ma la modalità che vogliono attivare quota 100 : 62+38 =100 È 60+40non fa 100??????? Quindi x me è un paletto tenete presente che ai 40 di lavoro fuori casa dovete aggiungere la miriade di lavori che svolge la donna

  23. Caro salvini la gente deve andare in pensione 1oo in matematica si raggiunge in molteplici soluzioni sia con 80 anni e 20 di contributi o 64 e 36 o 60 e 40 o 65 e 35 al mio paese fa sempre 100……..quindi non facciamo chi figli e chi figliastro per dirla breve caro salvini la gente come me non puo essere presa in giro con questi giochini grazie.

  24. Caro Salvini ti avevo creduto ero pronta ad andare in pensione anche con l ape volontaria. Poi sei arrivato tu con la quota 100. Ci ho creduto adesso mi attacco. Ho 66 anni ma non 38 di contributi……. Che faccio

  25. Sig.Salvini se un camionista non raggiunge 38 anni di contributi, e l’età e di 67 anni, mi sai dire che riflessi ha?

  26. Ma si parla solo di quota 100 di quei fortunati che hanno trovato lavoro in giovane eta e per quelli che hanno trovato lavoro a 40 anni ….. non se ne parla proprio di andare in pensione Penso di andare a 67 anni sia ridicolo .. …

    1. Ho 63 anni e 37 di contributi.
      Sono disoccupato, quota 100 in questo modo ( 38 di contributi ) non la raggiungo mai.

  27. Vedo il tutto fumo e niente arrosto. Con questi paletti di 38 anni di contributi, come faranno soprattutto le donne e tutti quelli che hanno un età avanzata es. 65 anni e 35 o 36 di contributi ad andate in pensione??? Sono convinto che sulle pensioni questo governo si giocherà la credibilità. Su questo vedremo la nuova rinascita del Partito Democratico.

  28. Quota 100 con 38 anni di contributi e 62 di età, sarebbe una legge peggiorativa rispetto alla Legge Fornero, gli ultra sessantacinquenni, c. d. anziani, li vogliono tenere ancora al lavoro in attesa che maturino i requisiti contributivi? mi sembra che si tratti di un ricambio generazionale che non va nella giusta direzione.
    Li ho votati, ma che delusione…
    vadano a studiare

  29. licenziato a gennaio di quest’anno, 58 anni, precoce con 42 anni di contributi….appena finisce la disoccupazione che è già una miseria, come arrivo a 62 anni, mi iberno?

  30. signori miei io ho 62 anni+42 di contributi credo che sia arrivato il momento di andare in pensione. ha ragione Giuseppe con 43,3 mesi può andare in pensione

  31. caro ministro SALVINI chi scrive è un lavoratore precoce con 59 anni di età e 41 anni di contributi versati, come da programma:
    superamento della legge FORNERO con quota 100 e 41 anni di contributi;
    anche questa volta l”abbiamo preso in quel posto,COMPLIMENTI,
    SIETE COME IL PD,
    CI VEDREMO IL PROSSIMO ANNO PER LE ELEZIONI EUROPEE.

  32. Io penso che Salvini abbia fatto ciò che era prioritario. Se la somma a disposizione è solo quella, ovviamente non può arrivare a soddisfare l’intera popolazione e tutte le condizioni. Avesse avuto 20 miliardi allora sarebbe stato diverso. È arrivato fin dove ha potuto… ed è già qualcosa. Personalmente condivido le sue scelte e priorità. E se non fosse stato fatto niente? Almeno alcuni potranno trarre ventaggio

  33. quindi si premia chi ha meno contributi versati ….. bene come al solito
    io aspetterò 60 anni e 44 di versamenti (per adesso…)

  34. Non é giusta la quota 100 con questi paletti. Come fa un povero disgraziato di camionista che la quota 38 anni magari la raggiunge quando di età ne ha 66. Secondo voi una persona che porta un camion magari per 10 ore al giorno non è un pericolo per se e per gli altri?

    1. Con 80 anni e 20 di contributi si percepisce, già da diversi anni (oggi con 67 anni) la pensione di vecchiaia.
      Quindi ad 80 anni saranno ben 13 anni che si percepisce la pensione, ma che discorsi fa?

  35. tante promesse quota 41 ma niente di fatto ho già 41 di contributi e vedrò andare in pensione chi ne ha lavorato 38 non voterò più in vita mia tutti uguali

  36. OTTIMO UNA LEGGE EQUA CHE DA’ LA POSSIBILITA’ DI ANDARE IN PENSIONE CON REQUISITI TANTO ATTESI DAI LAVORATORI.GRAZIE DI CUORE A MATTEO SALVINI E DI MAIO E’ IL PRIMO GOVERNO CHE FA LE COSE GIUSTE VI SOSTERRO’ SEMPRE.

  37. Il 01/11/2019 maturo 43 anni e 3 mesi di contributi. Al 31/12/1995 ho maturato 19 anni di contributi. La mia domanda è se la mia pensione viene calcolata col sistema retributivo sino al 2012 e successivamente con quello contributivo.
    grazie
    gp

  38. Legge fregatura come la solito io sono 42,4 mesi di contributi e compio 59 a dicembre avrò’ diritto ad andare in pensione avendo iniziato ha lavorare a 15 anni .

  39. Leggi fregatura come al solito io sono 42,4 mesi di contributi e a dicembre compio 59 avrò’ superato quota 100 avrò’ diritto di andare in pensione avendo iniziato ha lavorare a 15 anni ?

  40. Il prossimo 4 gennaio compirò 60 anni e avrò già maturato 41 anni di contributi. Perché io non posso andare in pensione, mentre quelli di 62 anni che hanno 38 anni di contributi potranno farlo ? Non è giusto e sono molto molto arrabbiata per questa manovra del cavolo !

  41. La riforma Fornero non è stata abolita, se Renato ha raggiunto quota 100 dovrebbe andare in pensione e non tra 5 anni .Sino a fine anno le donne vanno con 41 e 10 mesi gli uomini con 42 e 10 mesi, dal prossimo anno si allungherà di 5 mesi per l’aspettativa di vita.
    Premetto ho iniziato presto anch’io e non ho mai smesso, quota 100 dai 62 non è corretto. Dovrebbero pensare a chi invece ha già raggiunto tale anzianità, pur non avendo l’età.

    1. tante promesse quota 41 ma niente di fatto ho già 41 di contributi e vedrò andare in pensione chi ne ha lavorato 38 non voterò più in vita mia tutti uguali

  42. Ottima cosa pensione 62 con 38 di contributi.. Non è un obbligo ma il cittadino ha la possibilità di scegliere soprattutto per chi fa lavori pesanti é giusto che si possa decidere il nostro futuro.. Avanti così grande Salvini!!!

  43. Con una quota 100 dai 62 è solo una grande fregatura , io quota 100 l’ ho già maturata ma ho SOLO “58 ” ANNI , dovrei lavorare 5 anni e 3 mesi in più ..SALVINI VAI A CAGARE SEI SOLO UN BUFFONE

    1. Sig. Renato, Lei andrà comunque in pensione con la Fornero con 43,3. Accontentano a chi manca di più a raggiungere i vecchi requisiti che sono moltissimi, mentre i precoci sono prossimi alla pensione max 1-2-3 anni. E’ tutta una questione di prospettiva futura dei voti e di rielezione. Vecchissima politica non il nuovo che avanza.

      1. Salvini fa i salti mortali per migliorare una riforma che ci ha bastonato, non può fare tutto subito, sta facendo già moltissimo.

      2. Per Renato: no non devi aspettare 5 anni e tre mesi. Se hai 58 anni anagrafici e 42 contributivi (quota 100 come dici) in pensione ci vai il prossimo anno entro il primo semestre se bloccano l’aspettativa di vita (42 anni e 10 mesi di contributi) o entro il secondo semestre se la mantengono (43 anni e 3 mesi di contributi).

    2. Renato salvini ha fregato anche me che sono precoce e pure leghista, concordo in tutto soprattutto nel tuo finale

      1. Hai proprio ragione, molti di noi siamo rimasti fregati dalle chiacchiere di Salvini e C. Vedrai che sulle pensioni costoro perderanno credibilità, favorendo il ritorno del PD al potere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su