Ultime notizie pensioni anticipate oggi 12/1: già crisi tra Berlusconi e Salvini?

Le ultime novità sulle pensioni anticipate oggi 12 gennaio arrivano da quella che pare essere già la prima crisi tra Berlusconi e Salvini dopo l’alleanza siglata nei giorni scorsi. Mentre il leader della Lega va dritto per la sua strada, ritenendo uno dei punti decisivi del programma delle prossime e lezioni l’abolizione della legge Fornero e la possibilità per quanti abbiano 41 anni di contributi versati, indipendentemente dall’età, di potersi ritirare dal lavoro. Dall’altro Berlusconi, leader di Forza Italia, sostiene che la Riforma Fornero non sia tutta da buttare, anzi citando alcuni suoi amici economisti avverte che è giusto legare l’età pensionabile all’aumento delle prospettive di vita, come dice la Fornero.

Riproponiamo l’articolo scritto dal collega Ugo Magri della Stampa stamane, molto esaustivo ed in parte ironico, su quello che sembrerebbe essere il primo scontro tra due titani desiderosi di divenire leader.

Centrodestra scricchiola già?

“La foglia di fico si chiama programma comune. Consta di due dense paginette suddivise in dieci argomenti che il «tavolo degli esperti» ieri ha trasmesso ai leader del centrodestra. I quali sposteranno qualche virgola, tanto per far vedere chi comanda, e poi metteranno in calce la firma, ciascuno a casa propria, senza cerimonie pubbliche, il minimo indispensabile per giustificare la loro alleanza nei collegi uninominali. Ma poi c’è l’altra gara, quella a chi arriva primo tra Berlusconi e Salvini.

E questa competizione nella quota proporzionale spinge i due a marcare le rispettive distanze, a insistere sulle reciproche differenze perfino là dove non ci vorrebbe tanto per mettersi d’accordo. Ad esempio sulle pensioni, terreno di nuovi battibecchi tra Matteo e Silvio. Il primo attacca, il secondo non gli concede il punto. Salvini insiste che la legge Fornero va completamente riscritta; l’ex premier sostiene invece che non tutto di quella riforma è da buttare. Il leader leghista vuole farsi paladino di quanti (tanti) non vogliono attendere la quarta età: dopo 41 anni di lavoro, sostiene, sarebbe giusto tirare i remi in barca. Berlusconi in parte gli dà ragione, ma citando certi suoi amici economisti avverte che è giusto legare l’età pensionabile all’aumento delle prospettive di vita, come dice la Fornero. Insomma, cerca di far passare il rivale per demagogo, meglio affidarsi allo statista di Arcore. “

Voi cosa ne pensate a riguardo, il collega si sbaglia o pare averci visto lungo?

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *