Cesare Damiano tuona contro la Bce, dati falsi e folli

Ultime notizie Pensioni oggi 11/9: la CISL e Damiano criticano quota 100

Le ultime novità di oggi 11 settembre 2018 sulle Pensioni arrivano direttamente dal segretario confederale della CISL, Ignazio Ganga, che in una nota stampa ha chiesto al Governo un nuovo incontro con le parti sociali per avere maggiori chiarimenti su quota 100 e non solo. Vediamo poi anche le ultime parole di Cesare Damiano che pochi istanti fa ha commentato le parole di Tria dicendo che sulla Legge Fornero si rischiano passi indietro e non avanti.

Pensioni oggi 11 settembre: ultime novità dalla CISL, parla Ganga e critica quota 100

Ecco cosa si legge nel comunicato stampa della CISL che riporta le parole rivolte al Governo e al Ministro del lavoro Luigi Di Maio dal segretario Ignazio Ganga: “In tema di pensioni da alcuni giorni si  riparla di quota 100, mentre quota 41 sembra sparita e il Ministro Tria afferma che, in ogni caso, le riforme saranno graduali. La Cisl vorrebbe sapere in concreto come intende muoversi il “governo del cambiamento” in materia previdenziale perché il tempo ormai stringe.”

Ganga poi sottolinea: “Ci chiediamo a questo punto che fine faranno coloro che trovandosi in determinate categorie disagiate, con 63 anni potevano accedere all’Ape sociale; dal dibattito in corso sembrerebbe prospettarsi un “Fondo esuberi” sull’esempio del settore bancario, ma dobbiamo ricordare che il mondo produttivo italiano è fatto per la maggior parte di piccole e piccolissime imprese per le quali i modelli di tutela riservati a quelle più grandi, sono difficilmente replicabili in modo automatico”. Insomma la CISL critica le ipotesi di quota 100 con 64 anni di età e almeno 36 anni di contributi.

“La Cisl, unitariamente alle altre Confederazioni sindacali, ha chiesto da tempo un incontro al Governo per potersi confrontare su questi temi e dare un contributo fondato sull’esperienza delle parti sociali, utile a non vanificare il percorso messo in atto in questi anni in materia previdenziale e capace di restituire ai lavoratori la possibilità di scegliere quando andare in pensione, quindi aumentare la flessibilità delle scelte individuali, proseguendo sulla strada del riconoscimento della differenza dei lavori ai fini pensionistici, tenendo anche conto dei giovani, più scoperti sotto il profilo previdenziale”. Infine Ganga Conclude: “Non va dimenticato inoltre che sono attese dal Governo rinnovate misure perequative delle pensioni in essere. Il nostro auspicio è che la nostra richiesta venga accolta al più presto”.

Ultime notizie sulle Pensioni anticipate: Cesare Damiano torna su quota 100

“Ci fa piacere che il ministro Tria si voglia far carico del problema e voglia favorire ‘l‘uscita dei lavoratori anziani che non hanno facilità di acquisire nuove competenze’. Le occasioni non mancano”. Così ha dichiarato Cesare Damiano, del Partito democratico tornando a parlare di pensioni. “La prima – continua – è data dal naturale ricambio nella Pubblica amministrazione, che nei prossimi anni riguarderà oltre 400.000 lavoratori. Vorrei che, accanto ai nuovi concorsi, non si dimenticassero i vincitori e gli idonei di quelli vecchi e i precari ancora rimasti”.

Su quota 100 con 64 anni di età più 36 di contributi anche Damiano come la CISL è critico: “La seconda occasione è data da un ulteriore intervento sulle pensioni. Sulla Quota 100 non posso che essere d’accordo, essendo un’invenzione del Governo Prodi nel Protocollo del 2007, ma dipende da come si fa. Se l‘età anagrafica parte da 64 anni, ai quali sommare 36 di contributi, e non si proroga l’Ape sociale che scade a fine anno, l’effetto sarà quello di un peggioramento della situazione, soprattutto a scapito di chi svolge i lavori manuali e delle donne. Superare’ la legge Fornero vuol dire fare dei passi avanti, non tornare indietro come propone confusamente il Governo”.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Stefano Rodinò

Stefano Rodinò
Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

21 commenti su “Ultime notizie Pensioni oggi 11/9: la CISL e Damiano criticano quota 100

    salvo

    (16 settembre 2018 - 20:44)

    Italia si Italia no italia boom. quota 100 si quota 100 no pensioni boom. Trai dice si ,Tria dice no Tria dice pensioni boo boo boom. Ma questa è l’italia. Irpef si Irpef no. Irpef boom. niente più irpef alle famiglie. Monoredditto si monreddito no . Sempre in c……. al lavoratore dipendente. Tasse e sgravi solo a imprenditori ( che è la classe che ha evaso negli ultimi 40 anni alla grande) e magari la pensione quota 200. così si fa in Italia.
    Ormai siamo alla fine della fine.

    Mauro

    (13 settembre 2018 - 13:51)

    Sono ormai giunto a 42 anni di versamento contributivo e ho 60 anni la mia finestra Fornero sarà a luglio 2020 quando raggiungerò il requisito di 43 anni e 3 mesi e terminando la naspi a dicembre 2019 (in quanto disoccupato) dovrò versare ancora 6 mesi di contributi volontari, faccio appello a questo governo dopo tutte le dichiarazioni per smontare questa legge che le idee sono poco chiare e a mio avviso rischiano di peggiorarla. l’unica cosa saggia da fare, vista la volontà di questo governo di alleggerire questa legge e non di smontarla xchè non ci riusciranno almeno di sospendere il meccanismo che andrà in vigore dal prossimo gennaio che riguarderà sia anzianità che vecchiaia oltre che prevedere una 9 salvaguardia per gli esodati che non sono più coperti da ammortizzatori sociali e che con la pre Fornero starebbero già in pensione, già con questo avranno fatto bella figura mantenendo almeno in parte le dichiarazioni in campagna elettorale, poi in un secondo step nel 2019 in corso di anno magari con idee più chiare e sostenibili prevedere altri interventi.

    Stefano1

    (12 settembre 2018 - 17:19)

    Redditti di cittadinanza?!
    Per me ben venga la crisi allora,se per mantenere sti Redditi di Cittadinanza devono togliere o assorbire gli altri sussidi di disoccupazione(Naspi) per LIMITARE ancora di piu le platee dei beneficiari è meglio mandarli a casa…

    Sergio

    (12 settembre 2018 - 9:32)

    ….per completare il mio commento, l’unica proposta sensata che potrebbero fare è di bloccare già dal 2019
    l’aspettativa di vita, almeno ne beneficiano tutti in maniera equa.

    Sergio

    (12 settembre 2018 - 9:17)

    Ormai stiamo assistendo d una farsa.
    Al mattino Tria dice una cosa, a mezzogiorno Brambilla lo smentisce ed alla sera Di Maio e Salvini danno i numeri (qualche problemino c’è)
    No riescono a capire che gli italiani hanno bisogno di leggi giuste, chiare e durature; se si devono cambiare dovrebbero essere migliorative.
    Quei lavoratori che sono alla fine del percorso lavorativo (di cui la mia persona) stanno subendo una vera violenza psicologica.
    Quota 41 di anni, no 42 forse nel 2020; ma no forse fra 5 anni.
    Si ti diamo quota 100 primo paletto 64 anni, poi 62 ma con calcolo contributivo dal 1996. Nessuno si rende conto quanto più leggero sarà l’assegno pensionistico. Speriamo che sia solo un’opzione., che almeno la Fornero con 43 e 3 mesi è più vantaggiosa e ci conviene aspettarla.
    Parlano di pensioni d’oro, ma guardate che anche i 780 euro di pensione/reddito di cittadinanza sono tali in riferimento a coloro che durante la loro vita non hanno mai contribuito.
    Volete darli? A me sta bene ma almeno siano a carico della fiscalità generale e non dell’INPS e devono riguardare quelli che hanno avuto una vita sfortunata.
    Se no assistiamo alla guerra tra poveri. Per assurdo uno ha lavorato tutta una vita per avere solo 300/400 in più di coloro che hanno vissuto bene sfruttando tutti gli stratagemmi.

    Renato

    (12 settembre 2018 - 8:46)

    NON C’E NE DESTRA NE’ SINISTRA ANCHE QUESTI FANNO COME TUTTI GLI ALTRI GOVERNI, LA FORNERO NON SI TOCCA PERCHE’ LA BACCHETTA MAGICA NON ESISTE

    Alberto Manzi

    (12 settembre 2018 - 8:12)

    Trasmissione del 11.09.2018 porta a porta. Ennesimo dietro front di Salvini… Campagna elettrorale: abolizione Legge Fornero, post elezioni: smantellamento Legge Fornero con quota 100 senza vincoli, interviste recenti: chiedo che sia fissata a 62 anni, ieri sera QUOTA 100 senza impegnarsi in alcuna età anagrafica il che sta a significare che verrà integralmente applicato quanto già concordato PRIMA DELLE ELEZIONI con Brambilla.

    kesten

    (12 settembre 2018 - 7:23)

    ieri sera SALVINI ha finalmente parlato promettendo che farà di tutto per abassare l’età minima di quota 100 a 62 e che ci saranno 5 anni per poter attuare le riforme. Non ha parlato ne di conti ne di numeri se non quelli dei migranti. Non ha voluto parlare di “reddito di cittadinanza”. Purtroppo la politica é fatta di risultati, di proposte ne abbiamo sentite tante, anche Damiano della Commissione lavoro nella passata legislatura aveva proposto un disegno di legge. NON SE NE FARA’ NIENTE.

    Renato

    (12 settembre 2018 - 7:01)

    DI MAIO HA GIA’ MINACCIATO LA CRISI SE NON PASSA IL SUO REDDITO DI CITTADINANZA E SALVINI SI E’ GIA’ SMENTITO DA SOLO . DUE EMERITI IMBROGLIONI

    Agostino

    (11 settembre 2018 - 21:53)

    revenge quello che dici e vero però io mi riferivo a quello che vuole lui come età .

    revenge

    (11 settembre 2018 - 21:47)

    Un’altra situazione sconcertante e paradossale in questo momento in cui milioni di italiani stanno soffrendo da 7 anni: i sindaci sono sul piede di guerra perchè non vengono ri-finanziati quasi 2 miliardi per la riqualificazione / abbellimento delle periferie e sono anche molto incazzati e troncheranno i rapporti col governo.
    Pensa noi poveri coglioni che abbiamo avuto la disgrazia di subire l’infamia della legge fornero per 7 anni cosa dovremmo fare… accopparli tutti ?

    revenge

    (11 settembre 2018 - 21:45)

    Per Agostino: purtroppo di devo correggere… salvini HA CHIESTO 62 anni minimo, NON PROMESSO. Si sta guardando bene dal fare dichiarazioni compromettenti adesso… sembra che gli italiani che lo hanno votato stiano pesando MOLTO ATTENTAMENTE le sue affermazioni.

    Revenge

    (11 settembre 2018 - 21:40)

    Ultima sparata di salvini di oggi 11.09.2018 ore 18.45 tg4 , non più ABOLIZIONE DELLA LEGGE FORNERO , abolizione dal vocabolario italiano significa “annullamento, cancellazione, eliminazione, revoca, soppressione” ma smantellamento della legge fornero “.
    Ho chiesto un’età minima di 62 anni, non 64 “, di nuovo bugiardo e incoerente : solo 7 giorni fa dichiarava sempre TGcom24 delle ore 19:00: quota 100 da SUBITO senza vincoli. Dal vocabolario della lingua italiana: subito: “Improvviso, repentino, che avviene o si manifesta d’un tratto”, . e senza vincoli : “non sottoposto a condizioni e limitazioni”. Ma chi si fida più di un bugiardo simile.

    Agostino

    (11 settembre 2018 - 20:29)

    Ultime parole di Matteo Salvini dette per la registrazione porta a porta questa sera, dice che quota 100 si farà con massimo 62 anni di età sarà vero?

    Riccardo

    (11 settembre 2018 - 19:30)

    Stasera a Porta a Porta ennesimo giro in giostra con Salvini e le ultime novità

    Renato

    (11 settembre 2018 - 17:24)

    Premetto che non sono mai stato un Renziano e per puntiglio sono andato a rivedermi il video che ci consiglia Paolo C. ma non ho visto niente in più di quanto ricordavo, ho rivisto che Renzi prometteva di limare quà e là e di fare qualche sconto di tasse ecc . L’APE Social che per mè e sempre stata una stronzata è stata fatta ma usufruita da pochi e agevolato una lista di precoci demenziale anche qui poche adesioni perchè ci si perdeva parecchio e non come diceva nel video. quindi i governi precedenti uscino da una ” SITUAZIONE MONTI ” e hanno potuto realizzare un pò poco .I due geni attuali invece prima elle elezione hanno fanfaronato per sei mesi che la Fornero l’avrebbereo abolita in 15 giorni e che i soldi per tutte le palle promesse C’ERANO . Conosco parecchie persone che hanno votato lega per andare prima in pensione e per 30 anni hanno sempre votato a sinistra .QUESTI CIALTRONI CE LO HANNO PROMESSO E SUBITO NON IN 5 ANNI ( io sarò in pensione già da 4 ). quelli di prima non hanno promesso l’irrealizabile , questi 2 cialtroni SI

    Paolo C.

    (11 settembre 2018 - 15:34)

    A tutti quelli che “a prescindere” contestano l’attuale governo dedico questo. https://www.youtube.com/watch?v=bWZzhcJvCnQ
    Posto ciò, a scanso di equivoci, che ad oggi ho maturato 42 anni e 5 mesi di lavoro continuativi e, per un mese, sono costretto a farne altri 5 per cui non sono di certo benevolo in caso di retromarcia per quello che hanno promesso ma, leggere alcuni post mi fa venire ulteriore rabbia. Per fortuna c’è internet e chi pretende immediatamente certe riforme – che “forse” neanche le interessano – sappia che il diritto all’oblio, come presentato tre anni fa dall’allora governo, non è stato recepito per cui: ” signori che date dello sbruffone, incompetente, incapace, ecc. ecc. ai membri dell’attuale governo – in carica di poco più di 100 giorni – cosa ne pensate di chi di giorni ne ha avuti più di 1000?”

      Riccardo

      (11 settembre 2018 - 16:12)

      Fare il tifo per uno schieramento politico come per una squadra di calcio mi pare un po’infantile.
      Il governo Renzi/Gentiloni ha fatto poco e male ? ( 80 euro, Ape social e volontaria, precoci ( con paletti ), reddito di inclusione … ) Liberissimi di pensarlo ma liberissimi di pensare che promesse tipo ABOLIZIONE FORNERO nel primo consiglio dei ministri si sono rivelate prese per i fondelli. Vedremo cosa partorirà l’esecutivo in sede di legge di bilancio ( certo che le premesse non sono confortanti )

    Renato

    (11 settembre 2018 - 15:18)

    HANNO VINTO L’ELEZIONI PROMETTENDO MARI E MONTI E RASTRELLANDO IL MALCONTO DEI VARI ” NO VAX, NO TAV ,NO TAP E CHI PIU NE HA NE METTA ” . ORA CHE BISOGNA FARE I FATTI E’ SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI QUELLO CI PROSPETTANO . SOLDI A CHI NON HA MAI VERSATO NULLA , E UNA QUOTA 100 DEMENZIALE. SONO SOLO DEI RACCONTAPALLE

    Luigi

    (11 settembre 2018 - 14:45)

    Renatooooo!?! incompententi, ridicoli a chi? piddino infiltrato, non ti rendi conto che ti stai coprendo di ridicolo! E poi cosa centra Di Battista? non è stato nessuno a mandarlo,all’estero, c’è andato di sua spontanea volontà – ma per te renzino – è difficile capirlo. Stolto ed ignorante continua a sostenere “Renzie”

    Renato

    (11 settembre 2018 - 13:51)

    SBRUFFONI , INCONPETENTI E RIDICOLI . MANDIAMOLI TUTTI IN GUATEMALA CON DI BATTISTA …… BIGLIETTO DI SOLA ANDATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *