Ultime novità Pensioni 2018, Fornero su La7 attacca il M5S (video)

Le ultime novità sulle pensioni 2018 di oggi 14 marzo arrivano dalla trasmissione DiMartedì, condotta da Giovanni Floris che ogni martedì dedica una parte al capitolo previdenziale e ai problemi relativi alle pensioni.

Anche in quest’ultima puntata è stata invitata l’ex Ministro Elsa Fornero che non si è risparmiata e ha criticato aspramente il M5S, ricordando poi che abolire la sua riforma non è la soluzione ideale per i problemi dell’Italia. Vediamo nel dettaglio le sue dichiarazioni e le ultime notizie di oggi sulla riforma delle pensioni.

Pensioni 2018 ultime novità: Fornero torna a parlare

Durante la trasmissione DiMartedì si è parlato a Pensioni è stato mostrato un sondaggio condotto dalla Ipsos di Pagnoncelli in cui è stato chiesto “Tra queste promesse elettorali, quale dovrebbe essere realizzata innanzitutto…?”. Come potete vedere dai risultati nell’immagine in alto, la maggioranza degli italiani (il 35%) ha subito chiesto l’abolizione della Legge Fornero, seguito poi dal controllo dei flussi migratori e poi dal 12% che ha inserito come priorità il reddito di cittadinanza.

Proprio la Fornero è intervenuta nella trasmissione e per quanto riguarda le pensioni ha dichiarato che “In passato troppe volte abbiamo pensionato persone in età giovane senza pensare che non avremmo potuto permettercelo e ora non possiamo rifare lo stesso errore”.

Inoltre ha aggiunto sull’abbassamento dell’età pensionabile tanto chiesto: “Occorre domandarsi se nell’ambito delle poche risorse che abbiamo, esse vanno utilizzate per mandare in pensione le persone oppure invece per cercare un lavoro a tutti: ovvero ai giovani ma anche alle persone più in là con gli anni che siano ancora in grado di lavorare”

Ultime notizie Riforma Pensioni 2018: Fornero contro Reddito di cittadinanza e M5S

Oltre che le ultime novità sulle Pensioni, durante la trasmissione la Fornero ha parlato anche del Reddito di cittadinanza e ha spiegato come “E’ un tipo di reddito condizionato da fattori precisi, destinato a chi non è ricco e sta cercando lavoro. Il Pd ne ha già approvato una variante che si chiama reddito di inclusione”.

Inoltre l’ex Ministro continua e attacca il Movimento 5 stelle dopo aver sottolineato che rispetta il voto dei cittadini, ma che “Non mi piace l’atteggiamento di chi pensa che ciò che fa lui è buono per definizione, come se invece le stesse cose provate da altri in passato avessero cattive intenzioni. L’idea del M5S di rivitalizzare il mercato del lavoro e dare occupazione a chi non ce l’ha, è stato in realtà l’obiettivo anche di tutti i vari Ministri del Lavoro che si sono succeduti. Non è possibile pensare che tutti avessero secondi fini negativi e che i grillini invece siano buoni per definizione e che tutto ciò che faranno porterà dei buoni risultati”.

Di seguito inseriamo il video dell’intera trasmissione per chi volesse vederla. L’intervento sulle pensioni inizia circa dal minuto -1:56:00.

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

3 pensieri riguardo “Ultime novità Pensioni 2018, Fornero su La7 attacca il M5S (video)

  • Avatar
    15 Marzo 2018 in 10:23
    Permalink

    Ho 60 anni con 40 anni di contributi sono disoccupato e alla mia età non mi prende nessuno per qualsiasi lavoro lo stato non mi dà la pensione e neppure un lavoro per fortuna lavora mia moglie altrimenti sarei un altro sotto un ponte

    Rispondi
    • Erica Venditti
      15 Marzo 2018 in 13:12
      Permalink

      Passasse mai Quota 100 lei potrebbe forse essere salvo, non resta che attendere il nuovo Governo per comprendere se qualcosa cambierà e quali misure verranno approvate, nel mentre le faccio i miei migliori auguri!

      Rispondi
  • Avatar
    14 Marzo 2018 in 11:06
    Permalink

    Un po’ di coerenza: dite di non voler abolire la riforma F. perche’ avete a cuore il “futuro pensionistico dei giovani” e non dite che con l’attuale riforma – gia’ dal 2050 – i giovani avranno a “70anni” una pensione “piu’ bassa” del 15% ..!! – dite che ora la priorita’ e’ “investire risorse nel lavoro” e bloccate di fatto le assunzioni dei giovani lasciando al lavoro gli over 60!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *