Ultime novità Pensioni oggi 4 agosto su precoci e quota 41: la lettera al Governo

Nel nostro articolo di oggi 4 agosto 2018 sulle Pensioni, vogliamo lasciare spazio ad un lavoratore del gruppo facebook “lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti“, Ares Zeno, che ha scritto una lettera aperta al Governo gruppo e indirizzata al ministro del lavoro Luigi Di Maio e a Matteo Salvini per sensibilizzarli nuovamente sulle richieste di pensione anticipata con quota 41. Già in passato Zeno aveva scritto una lettera. Oggi vi riportiamo integralmente questo nuovo appello al Governo.

Pensioni precoci ultime novità: La lettera di Zeno

“Cari Di Maio e Salvini, No, non ci siamo proprio, cosi non va proprio bene. Comincio questa mia terza lettera con molta più determinazione e anche con molta più rabbia, perché vedo che non state rispettando le promesse fatte durante la campagna elettorale nei confronti dei lavoratori in  genere e nello specifico delle donne, dei lavoratori con 41 anni di contributi, degli esodati, degli usurati ed  in particolare dei disoccupati senza alcun reddito con cui vivere. Avete sottoscritto tra voi un contratto di governo ma avete perso di vista che prima di tutto quello   sottoscritto è un contratto con i cittadini. Ripeto ancora una volta che capisco bene che non avete la bacchetta magica, che state governando da soli  due mesi, che di cose buone ne avete fatto, ma fino ad oggi sul tema delle pensioni (un cavallo di battaglia di entrambi),nemmeno un accenno.

Non solo nessun accenno ma non avete nemmeno provveduto a bloccare i deleteri proclami televisivi del caro sig. Brambilla che continua a scorrazzare in tutte le tv con proclami a dir poco osceni. A questo punto  le cose sono due: 1) il sig. Brambilla dice cose che voi condividete ed appoggiate: 2) se non è vera la prima  cosa significa che non vi rendete conto che tale Signore così facendo imita i vari Librandi, Cazzola ecc. e vi  sta facendo perdere milioni di voti come è successo al defunto PD. Arrivato a questo punto mi domando: è lecito sollecitare una risposta ufficiale ai miei quesiti? Sicuramente siete già al corrente che i lavoratori stanno organizzando una manifestazione a Roma per il 29 settembre, non sarà una manifestazione “contro “ ma una manifestazione di richiesta di risposte certe e rispettose degli impegni presi con i lavoratori che vi hanno votato proprio in virtù di tali promesse.

Ho capito che, in modo particolare per Di Maio, il suo impegno prioritario è la creazione di posti di lavoro e di tutela dei diritti, sacrosanto impegno ci mancherebbe, ma anche chi non ce la fa più a lavorare dopo una  vita di sacrifici, va tutelato. Non ditemi che anche voi sostenete quanto sempre affermato dalla cara signora  Fornero che costringendo i vecchi a rimanere sul posto di lavoro si aiutano i giovani, penso e sono convinto che sappiate benissimo che ciò non è vero. Purtroppo però le cose non stanno andando come ci eravamo immaginato quando vi abbiamo votato, il  vostro silenzio comincia a dare fastidio ed il malumore aumenta giorno dopo giorno e di sicuro voi lo sapete  bene, per cui concludo chiedendovi a nome mio e penso di poterlo fare anche a nome di migliaia e migliaia di lavoratori di voler dare risposte certe ed ufficiali su quali siano le vostre intenzioni proprio in virtù del  contratto di governo stipulato con noi cittadini.  Come al solito io sono fiducioso che prima o poi qualcuno mi risponderà, per intanto vi auguro  buone ferie e continuo a sperare in un futuro migliore per tutti.
Vostro Ares Zeno”

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Stefano Rodinò

Stefano Rodinò
Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

44 commenti su “Ultime novità Pensioni oggi 4 agosto su precoci e quota 41: la lettera al Governo

    Giuseppe C.

    (7 agosto 2018 - 11:06)

    Nel frattempo che si decidano, mentre io rammento Salvini che diceva, forse ricordo male? che l’abolizione (o altri sinonimi) della Fornero sarebbe stata la prima cosa che avrebbe fatto se andava al Governo, i lavoratori, col tempo che intanto passa, forse raggiungeranno i requisiti per andarci con la legge Fornero, anche se la vedo dura! Poi che diranno? Chi nel frattempo c’è andato ricomincia a lavorare e ci va con quota 100 o 41?

    Francesco

    (6 agosto 2018 - 14:52)

    Renato, chi ha 36 anni di contributi ha sicuramente perso il lavoro prima dei 60 anni, quindi se va in pensione a 64 sta 3 anni in meno senza reddito, mentre chi ne ha 42 è sicuramente al lavoro e in pensione ci andrà fra 10 o 13 mesi.

    Renato

    (6 agosto 2018 - 14:40)

    Abbiamo capito che non ci sono soldi, ma invece di continuare a promettere le cose più assurde di dovrebbe fare una cosa semplice “ BLOCCARE I 5 MESI di aumento previsti dal 2019”. Si parla solo di quota 100. /64 anni favorendo chi ha versato per 36 anni e “castigando” chi ha 41/42 anni. Basta solo BLOCCARE

    revenge

    (6 agosto 2018 - 13:03)

    BASTA! Salvini e Di Maio è ora che la smettiate di fanfaronare tutti i giorni.
    NON AVETE FATTO NULLA di quello che secondo il vostro programma elettorale doveva essere la prima rivoluzione per i lavoratori: permettere il pensionamento a chi era rimasto VIGLIACCAMENTE ROVINATO dalla legge fornero e introdurre quindi un salutare turn-over lavorativo che avrebbe permesso a milioni di giovani che oggi mendicano qualche lavoretto di entrare a far parte del tessuto produttivo di questo paese.
    STATE FACENDO L’ESATTO OPPOSTO !
    Chi ha 40 anni e più di contributi dovrà gioco forza restare al lavoro , anzi andrete a disincentivarne l’uscita e i giovani continueranno a popolare le strade senza futuro.
    SIETE VERAMENTE DEGLI INCAPACI, OTTUSI E IN NESSUN MODO LUNGIMIRANTI.
    Farete la fine di chi vi ha preceduto, però in tempi MOLTO ma MOLTO PIU’ BREVI !!!

    LEONARDO54

    (6 agosto 2018 - 11:13)

    Ormai con 42 anni di contributi e 64 di età andrò in pensione prima con la Fornero…

    Alberto Manzi

    (6 agosto 2018 - 10:38)

    Salvini meglio sparire ….. eviterei di presentarti di fronte ai milioni di elettori che hai preso in giro. VERGOGNATI !

    IlDiavoloTentatore

    (6 agosto 2018 - 6:59)

    Di Maio + Salvini = Renzi bis

    MOLTO DELUSO

    (5 agosto 2018 - 22:40)

    parole e niente di piu ‘ il contributivo esiste gia con la stramledetta legge fornero e non a 64 anni ma a 63 anni buffoni.

    Damiano

    (5 agosto 2018 - 21:55)

    Anni 42 di contributi e quota 105 !!!! CARI SALVINI e DI MAIO per quanto ancora devo lavorare ? VI RICORDO CHE VI ABBIAMO VOTATO PER L’ABOLIZIONE TOTALE DELLA FORNERO, Vi ricordo anche che ogni promessa è debito e quindi………….

    Renato

    (5 agosto 2018 - 20:33)

    Con questo governo l’Italia sta rischiando parecchio,lo spread è già dal loro arrivo schizzato verso l’alto e ci sono i sentori di disastri economici. Qui rischiamo in Monti BIS, e come 7 anni fa si attaccher per prima cosa alle pensioni dove è più facile tagliare. UNA FORNERO BIS altro che l’abolizione. Questo è quello che rischiamo con questi incapaci che promettono soldi a tutti , ma che finora tagliando solo qualche privilegio che nasconde l’incapacità di realizzare tutto quello che hanno promesso in una campagna elettorale ancora in corso ogni santo giorno

    Stefano

    (5 agosto 2018 - 20:02)

    Con oltre 42 anni di contributi e oltre 63 anni di età pensavo di poter contare sulle mirabolanti promesse rivolte a chi “…lavora da una vita…”
    La fornero è stata accusata, offesa, bistrattata. Eppure… guarda un po’… ma come mai ora che avrebbero potuto cancellarla “…fin da subito…” (come avevano promesso) i nostri eroi, difensori dei lavoratori continuano solo a promettere (sempre meno per la verità) senza fare niente? Allora non era così tanto male quella legge…
    E da quello che filtra sembra che la montagna partorirà il topolino…
    Quota 100?
    Forse, ma solo con minimo 64 anni di età, e con il ricalcolo contributivo dell’assegno di pensione.
    Quota 100 per me vorrebbe dire andare in pensione con una penalizzazione che porterebbe l’assegno della pensione da 1350 euro a meno di 1200 euro.
    E per cosa? Per andare in pensione “ben” tre mesi prima! (dopo 43 anni che lavoro)
    Ma ci facciano il piacere!!! Magari a qualcuno questa quota 100 converrà.
    Io, che di quota ho già 105, di questa quota 100 (sempre che alla fine la facciano) proprio non so che farmene.

    CARLO CONTE

    (5 agosto 2018 - 19:32)

    Se questi due cialtroni ed il fantoccio che hanno messo come capo del governo non vanno via entro l’estate l’Italia va in default, basta dare uno sguardo allo spread. Questi non sanno niente di politica, niente di economia, sanno solo fare campagna elettorale come il vecchio Lauro: promesse e promesse, ma niente fatti. Ha ragione il collega di prima che sostiene che ci hanno raggirato con i migranti per distrarci.
    Spero che capiscano che è meglio per loro togliere il disturbo, hanno solo dimostrato la loro incompetenza e incapacità.

    Renato

    (5 agosto 2018 - 17:46)

    Oltre 42 anni di anzianità, 1 figlio disoccupato da anni e 1 da anni a contratti. Non avevo mai votato Lega poi circa 3 anni fa a gazebo Leghista raccoglievano firme per l’abolizione della Legge Fornero e Firmai. Ma durante la campagna elettorale la Fornero è passata in secondo piano sono usciti con la Flat Tax.Ora dopo oltre 2 mesi si parla di tutto ( clandestini,vitalizi ecc ecc) ma della Fornero nulla, la verità è che soldi non c’è nè, solo tante balle e promesse future. “Smonteremo la Fornero in 15 giorni per per pezzo”, a 6 mesi dal 4 marzo siamo ancora in campagna elettorale. Fatti non parole

      Roberto

      (5 agosto 2018 - 19:06)

      Ma non avete ancora capito che a questi 2 cialtroni non gliene importa nulla . Devono occupare il potere in tutti i modi e delle pensioni ben gliene Frega. Devono mantenere la base elettorale dei fan azzardi con il reddito di fancazzaggio e la flat tax che ci ha portato Ronaldo. Ma cosa vuoi che gliene freghi . C’è l’hanno con la casta ma questi sono dei miracolati della politica.

    Maria1062

    (5 agosto 2018 - 17:35)

    Cosa dire….. se dopo 41 anni di servizio mi deve venir meno il calcolo della pensione con il sistema misto ….. e cioè il retributivo fino al 31 dicembre. 2011 solo perché non ho ancora l’età ansgrafica allora grido viva la Fornero….. che almeno qualche diritto me lo ha lasciato……. è quanto mai ingiusto essere penalizzati rispetto a colleghi che andranno in pensione quest”anno ed hanno i miei stessi requisiti..
    Non me ne frega un cavolo delle pensioni d’oro e di tutte le altre manovre che ipotizzano
    ….. io reclamo i miei diritti…… questi 2 Robin Hood ci hanno rotto le p……. sapevano da prima che economicamente l’italia naviga male…… non serve essere il passator cortese per risolvere gli ostrici problemi italiani… troppo facile,cosi sanno governare anche gli asini con tutto il rispetto per gli asini.

    Francesca

    (5 agosto 2018 - 17:13)

    Anch’io io mi associo a quanto detto, con mio marito stiamo aspettando settembre con la speranza di avere chiarimenti sulla decisione presa dal governo sull’età pensionistica.

    giorgio

    (5 agosto 2018 - 17:03)

    CONDIVIDO E CHE IL 29 SETTEMBRE POSSA ARRIVARE UN MESSAGGIO DI CAMBIAMENTO REALE E…. SOPRATTUTTO BASTA CON LE PAROLE C ‘E’ BISOGONO DI FATTI.

    Carlo

    (5 agosto 2018 - 15:29)

    L’unica soddisfazione non aver votato per questi due furbastri e poco capaci neominustri. Il tempo ci darà ragione ma come non vergognarsi delle proposte timidamente accentate sulla riforma pensioni che manderebbero in pensione chi ha versato 36 anni di contributi e chi con 42 anni dovra attendere la naturale scadenza attuale prendersela di nuovo sul di dietro. Senza considerare la ovvia illeggitimita della proposta in quanto palesemente non rispettante principi ovvi di proporzionalita.
    Facciamoci sentire di più.
    Grazie

    Francesca52

    (5 agosto 2018 - 14:31)

    Salvini e Di Maio….solo poche parole : mi sembra che sia arrivato il momento di essere chiari una volta x tutte…che ne dite?

      ANTONIO

      (5 agosto 2018 - 15:10)

      Cara Francesca, più chiari di così, ci hanno fottuto, si sono presi i voti e adesso avranno la scusante che non ci sono i soldi, l’europa che non vuole, banca d’italia che è pessimista sulla riforma. Ma queste cose le sapevano prima……………..Da due scemi cosa vuole ricavare.

    Enzo

    (5 agosto 2018 - 13:35)

    Cari colleghi il vero problema è sempre il solito non si vuole cambiare il sistema pensionistico chiunque è al governo continua a mandare in pensione chi ha versato meno anni di contributi ma è più vecchio quindi ha meno anni di pensione da godersi prima di passare ad altra vita . Possiamo continuare a lamentarci ma quota 41 per tutti non la vedremo mai . Sarebbe un ottimo risultato bloccare la aspettativa di vita unica porcheria che ogni 2 anni aumenta la possibilità di andare in pensioni di 4/5 mesi fino ad arrivare al vero scopo di Inps e dei governi versare per 43/45 anni contributi e poi forse godersi al massimo 10/15 anni di pensione .Questa e la cruda verità dei Cittadini Italiani fino a quando non sarà così anche per tutti i politici ( la quota 41 sarà una vera e propria utopia.)

    Franco

    (5 agosto 2018 - 13:17)

    E’ dai tempi di Craxi cioe’ anni 80 che ho notato che chi val al governo di questo paese e’ sempre peggio Amato,Dini,Berlusconi,Mo nti,Renzi,Di Maio,Salvini,
    io non pretendo personaggi come Enaudi,Degasperi,DiVittorio ,o i grandi costituzionalisti del passato .ma gente come Martinazzoli,Berlinguer,Pertini,poi si lamentano se i pensionati se ne vanno via all’estero.

    massimo

    (5 agosto 2018 - 12:51)

    SETTEMBRE SI AVVICINA E CON QUESTO ANCHE LA LEGGE DI BILANCIO. MA C’E’ ANCHE QUALCOS’ALTRO CHE SI AVVICINA:
    LE ELEZIONI ANTICIPATE. VORRO’ PROPRIO VEDERE SE DI MAIO E SALVINI AVRANNO DI NUOVO LA FIDUCIA CHE GLI E’ STATA DATA DA TANTISSIMI LAVORATORI A SEGUITO DELLE LORO PROMESSE FATTE IN CAMPAGNA ELETTORALE SOPRATTUTTO RIGUARDO IL TEMA PENSIONISTICO.

    Paolo

    (5 agosto 2018 - 12:44)

    Quota 41,5 e Basta……tutto il resto è una presa di giro

    Pierantonio

    (5 agosto 2018 - 12:30)

    Quota 100 perché manderanno in pensione meno persone, più avanti con l età e quindi con anni in meno da pagare, ed essendo anche pensionati con 35, 36 anni di contributi, con un mensile, calcolato con il contributivo, veramente ridotto. E magari salvini proverà a farsene un vanto di questa misura che e’ una presa per i c….lo. Come ho sempre scritto nei vari post se la gente e’ furiosa e’ solo colpa sua. Non avesse promesso l abolizione della fornero, q. 41 senza nessun paletto e q. 100 (quella vera pero’), ora nessuno di noi poteva contestarlo e lui avrebbe potuto vantarsi di quello che avrebbe fatto in materia di pensioni. Cosi invece il suo 30 per cento dei sondaggi con le europee si scioglierà come la neve al sole. Vai sereno, che le centinaia di migliaia di persone coinvolte sulle pensioni ti rivoteranno sicuro! E per favore salvini occupati dei problemi più seri degli italiani. Con gli immigrati clandestini ci hai rotto le palle per tre mesi; se volevi distrarci dai problemi più gravi del paese, sperando in un nostro evviva per 4 o 5 navi respinte e qualche migliaio di poveri cristi in meno sulle nostre coste, ti sbagli. Magari potrai contare sulle persone che razziste lo sono, ma chi non arriva a fine mese, ha il figlio disoccupato o non riesce per le troppe tasse a tirare avanti la sua piccola azienda o addirittura pensa di farla finita, con qualche clandestino in meno non risolve i suoi problemi.

    Elena

    (5 agosto 2018 - 10:41)

    Continuò a non capire perché si parli solo della quota 100 perché questo vedrà spostato in avanti il momento della pensione per chi ha raggiunto già 41 anni contributivi, di 3 o 4 anni. Allora meglio di sicuro la chiarezza seppur sgradita della Legge Fornero. Ma sti qui sono in grado di capirlo questo concetto semplice……

    alberto mattioliA

    (5 agosto 2018 - 9:47)

    HANNO DETTO CHE PER QUOTA 41 SE NE PARLA NEL 2020 MA PORCA TROIA MA TUTTI QUELLI CHE VI HANNO VOTATO PERCHE AVEVANO GIA 40 O 41 ANNI DI LAVORO ALLA FINE SE NE FARANNO 43 ANNI DI LAVORO QUINDI E UNA PRESA PER IL CULO PER LORO NON E CAMBIATO NIENTE E MEGLIO CHE VI METTIATE IN RIGA ALTRIMENTI FARETE LA FINE DEL PD

    Pierantonio

    (5 agosto 2018 - 0:32)

    Salvini, dovrebbe capire visto che usa i social, che la gente e’ rabbiosa e ne ha tutti i motivi. Hai voluto fare il figo con la fornero, ma mi sa, purtroppo, che ora ride lei alla faccia tua. Io se fossi stato al tuo posto, mi sarei tenuto lontano da fare proclami roboanti, anzi di pensioni proprio non avrei parlato essendo una vera patata bollente. Facevi più bella figura non promettere assolutamente niente e la parola fornero abolizione non averla mai detta neanche per scherzo. Poi magari per il 2019 imbastire qualche correttivo e ti saresti preso anche gli applausi. Cosi invece volendo strafare e strapromettere ti prenderai tanti vaff e l anno prossimo milioni di voti in meno. Pirla!! Poche promesse in campagna elettorale e nessuno poteva rinfacciarti niente e a coloro che ti dicevano mandaci in pensione con 41 anni, potevi rispondere: se si puo’ bene ma io non l ho mai detto via la fornero e tutti noi non potevamo contestartelo

    CARLO CONTE

    (4 agosto 2018 - 23:12)

    Constato con piacere che finalmente vi state svegliando : avete capito che questi signori ci stanno prendendo per i fondelli. Solo il fatto di consentire al famigerato economista Brambilla di pontificare sulle pensioni per nome e per conto dei Lega5Stelle, vuol dire che non hanno nessuna intenzione di mantenere le promesse fatte. Mettere assurdi paletti senza senso, limitare gli anni figurativi, conteggiare con il sistema contributivo gli anni fin dal 1995 sono operazioni che potrebbe fare chiunque, senza alcun titolo di economista. Anch’io sono capace di abbassare il debito pubblico in pochissimi anni : basta dare uno stipendio massimo di €. 2000,00 al mese a tutti i soloni che pontificano sulle pensioni, dagli economisti ai politici, dai superburocrati ai politici e così via in tutti i settori lavorativi. Così tutti questi personaggi bravi a fare le pulci agli altri capirebbero finalmente come si vive con poco denaro o addirittura senza. Invito il sig. Brambilla e quei due geni di Salvini e Di Maio a venire al Sud per raccogliere angurie e pomodori. Vedremo se dopo faranno ancora proposte così oscene. Meglio che vadano a casa, inetti ed incapaci, oltre che superballisti.

    Santino

    (4 agosto 2018 - 23:04)

    Sono lavoratore precoce ho 59 anni di età 41 anni di contributi 55 % di invalidità civile 2 malattie per causa di servizio ed ancora oggi non posso parlare di pensione vorrei sapere quando? Grazie

    massimo

    (4 agosto 2018 - 22:09)

    ANTONIO CAPISCO IL TUO STATO D’ANIMO MA NON MI SEMBRA UNA BUONA IDEA ABBONDONARE LA NAZIONE DOVE SIAMO NATI E CRESCIUTI. DOBBIAMO RESTARE IN ITALIA E COMBATTERE CON LA NOSTRA PRESENZA TUTTO CIO’ CHE RITENIAMO INGIUSTO .TUTTO QUELLO CHE FAREMO DI BUONO ANDRA’ A VANTAGGIO DEI NOSTRI FIGLI COSI’ COME HANNO FATTO PER NOI I NOSTRI GENITORI E I NOSTRI NONNI. CHI CI GOVERNA DEVE SAPERE CHE NOI CITTADINI VIGILIAMO SUL LORO OPERATO E ALL’OCCORRENZA DOBBIAMO FAR SENTIRE LA NOSTRA VOCE. ABBANDONARE IL CAMPO SIGNIFICA DARLA VINTA ED IO QUESTO NON LO FARO’ MAI.

    Nazzareno

    (4 agosto 2018 - 20:49)

    Non si rendono conto,che un lavoratore oggi ha maturato più di 41 anni e magari ha 58 anni vuol dire che ha iniziato a lavorare “assicurato” a 16 anni,magari come il sottoscritto è stato operato di tumore asportando 15 cm di stomaco,dopodiché un infarto,ma solo il 50 x cento di invalidità ,NON HANNO CAPITO CHE 41 BASTANO E AVANZANO!!!!!!😡😡😡😡

    MOLTO DELUSO

    (4 agosto 2018 - 20:39)

    Anche questi signori hanno fatto la scoperta dell’acqua calda. Sappiate che anche con con la maledetta fornero si puo’ andare in pensione a 63 anni e 7 mesi con con il contributivo puro. Ma certo i contributi dei comuni mortali servono per foraggiare certe categorie privilegiate che ancora si possono permettere di andare in pensione intorno ai 55 anni se non prima, vedi per es FFAA e non dico altro grrr.

    ANTONIO

    (4 agosto 2018 - 19:09)

    Ragazzi si fa per dire , so benissimo che abbiamo tutti l’età per la quiescenza, ho letto tutti i vs. commenti, ma, l’italia è diventata oramai terra per i migranti, sud americani, africani, gente dell’est europa ecc.., sono loro la priorità dei ns, governi da qualunque punto osservi. Allora lo sapete cosa vi dico, una volta acquisito la pensione, lascio questo paese di m………a. Ad oggigiorno è meglio la monarchia piuttosto che avere questa gente improvvisata.

    Domenico

    (4 agosto 2018 - 19:01)

    Domenico (04/agosto 2018)
    Ho 62 anni e 42 di contributi, quindi secondo lo schema delle quote sarei a quota 64, 4 anni sopra la quota 100 tanto declamata dal governo.
    Nonostante ciò, con il limite dei 64 anni dovrei arrivare a quota 68 (8 in + di quota 100) per poter avere il diritto alla pensione, magari avendo anche una pensione decurtata con il contributivo. A ridateme la Fornero!!!

    giorgio

    (4 agosto 2018 - 18:25)

    CONDIVIDO ,NELLA SPERANZA CHE LA MANIFESTAZIONE DEL 29 SETT PORTI UN SEGNALE FORTE E SOPRATUTTO CONCRETO .SALUTI

    Pierantonio

    (4 agosto 2018 - 18:15)

    Se continueranno ad insistere su 64+36 pensando di aver dato risposte alle migliaia di persone che sono stufe del loro stato confusionario si sbagliano di grosso. O si parte come punto fermo con quota 41 o 41,5 senza paletti, oppure qualsiasi altra misura che non preveda questo risultera’ discriminatoria fra i vari lavoratori, ingiusta socialmente con i precoci o chi ha 41 o 42 anni, gli unici palesemente lasciati da parte. La 64+36 come unica misura per il 2019 si chiama presa per il c…..lo

    massimo

    (4 agosto 2018 - 17:07)

    CONDIVIDO IN PIENO. NELLA LEGGE DI BILANCIO DOVRA’ ESSERE INSERITA LA QUOTA 100 SENZA LIMITAZIONI DI ETA’ ANAGRAFICA, LA QUOTA 41 ANNI DI CONTRIBUTI QUALE REQUISITO PER IL RAGGIUNGIMENTO DEL DIRITTO ALLA PENSIONE INDIPENDENTEMENTE DALL’ETA’ ANAGRAFICA, DIFFERENZIAZIONI NORMATIVE PER LE SOLE DONNE, ED INTERVENTI URGENTI PER DETERMINATE CATEGORIE. IN CASO CONTRARIO TUTTI A CASA E NUOVE ELEZIONI QUANTO PRIMA.
    LA PAZIENZA E’ FINITA

    MARCO

    (4 agosto 2018 - 16:59)

    Condivido pienamente i commenti di protesta, a settembre ho 41 anni di contributi continuativi, ho votato per chi ci ha promesso di abolire la legge Fornero e ci hanno solamente illusi, non ne parlano minimamente per adesso si è pensato solo al problema degli immigrati e adesso della RAI e pensare che qualcuno diceva prima gli italiani. Non parliamo poi delle proposte che si leggono su internet delle possibili modifiche, 100 con minimo 64 anni cioè và in pensione chi ha 36 anni di contributi e chi ha lavorato 39-40-41 anni non può andare in pensione perché non arriva a 100 che vergogna.

    Stefania

    (4 agosto 2018 - 15:08)

    Condivido. Aspetto con ansia quota 100 secca o almeno quota 41. Vi abbiamo votato soprattutto per questo. Se non rispetterete quanto promesso farete la fine del Pd!

    Franco

    (4 agosto 2018 - 12:02)

    codivido pienamente la lettera di Ares Zeno spero soltanto che il gatto e la volpe cioe’ Di Maio e Salvini facciano la fine di Renzi.

      alberto mattioliA

      (5 agosto 2018 - 9:46)

      HANNO DETTO CHE PER QUOTA 41 SE NE PARLA NEL 2020 MA PORCA TROIA MA TUTTI QUELLI CHE VI HANNO VOTATO PERCHE AVEVANO GIA 40 O 41 ANNI DI LAVORO ALLA FINE SE NE FARANNO 43 ANNI DI LAVORO QUINDI E UNA PRESA PER IL CULO PER LORO NON E CAMBIATO NIENTE E MEGLIO CHE VI METTIATE IN RIGA ALTRIMENTI FARETE LA FINE DEL PD

      LINA

      (5 agosto 2018 - 12:25)

      FATE ANCHE LA LEGGE OPZIONE DONNA SENZA VINCOLI SIAMO STANCHE DI LAVORARE, ABBIAMO BISOGNO DI RIPOSO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *