Ultime Novità Pensioni oggi 10/12: incontro Sindacati Governo, il resoconto

Questa mattina 10 dicembre 2018 è avvenuto l’atteso incontro tra il Premier Conte e le sigle sindacali di CGIL CISL e UIL. Durante il tavolo è stata illustrata al Governo la piattaforma unitaria dei sindacati e sono state mosse le critiche alla manovra gialloverde.

In mattinata abbiamo visto le richieste dei sindacati, vediamo ora come è andato l’incontro, dopo che sul tema delle pensioni  le sigle sindacali hanno chiesto qualcosa in più della quota 100, come ad esempio  che la flessibilità in uscita sia strutturale, che ci siano norme a sostegno delle lavoratrici con il riconoscimento della maternità e dei giovani che hanno il problema dei coefficienti e delle carriere discontinue.

Ultime Pensioni Oggi: non c’è la svolta sulla riforma

Ecco cosa ha detto Susanna Camusso, leader della CGIL e portavoce nell’incontro di oggi con il, Governo. I Sindacati non sono felici dell’ esito, e c’è preoccupazione visto che non si hanno date su eventuali prossimi incontri per continuare il dibattito.

“Il premier Conte ha ammesso il ritardo del governo nel discutere con le organizzazioni sindacali e ha dedicato gran parte dell’incontro ad ascoltare, ma non abbiamo avuto risposte di merito rispetto alle nostre rivendicazioni“. Ricordiamo che oltre al Premier Conte per il Governo hanno partecipato al tavolo anche i sottosegretari al Lavoro, Claudio Durigon e il sottosegretario al Mise Davide Crippa.

Pensioni oggi ultime novità dai sindacati, parla Camusso

Susanna Camusso ha sottolineato al termine dell’incontro che il Premier Conte ha ascoltato, ma di fatto non ha parlato e non ha dato risposte, nemmeno sul delicato tema delle pensioni anticipate e di quota 100: ” Conte ci ha detto di aver recepito e che solleciterà i ministri a procedere a incontri e approfondimenti, ma è troppo poco per parlare di una svolta. Siamo di fronte a un primo incontro che, da un punto di vista dell’approfondimento e dei contenuti, ne ha avuti ben pochi. Circa gli impegni, noi siamo pronti a verificare se funzionano davvero o no, ma prima di parlare di svolta vorrei avere elementi di merito che mi facciano dire che si tiene conto delle cose che sono state sollevate”.

Al Momento non vi è nessuna data fissata per un altro tavolo e questo secondo la Camusso: “E’ elemento di ulteriore preoccupazione. C’è un impegno per i prossimi mesi, ma noi stiamo discutendo di una legge di Bilancio che è ‘oggi’ e non nei ‘prossimi mesi”.

Pensioni anticipate ultime notizie: rivendicazione su donne e giovani

Infine, dal comunicato stampa rilasciato pochi istanti fa dalle sigle sindacali, si legge che “Rispetto a quota 100, i sindacati chiedono più chiarezza sulle ripercussioni che una riforma delle pensioni potrebbe avere nei confronti dei giovani e per le donne e ribadiscono la necessità di un riconoscimento della maternità attraverso uno “sconto” sui contributi necessari ad accedere al pensionamento per ogni figlio”.

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

6 pensieri riguardo “Ultime Novità Pensioni oggi 10/12: incontro Sindacati Governo, il resoconto

  • Avatar
    11 Dicembre 2018 in 13:54
    Permalink

    REVENGE, PERCHE ‘ESSERE ADOTTATO, BASTA TRASFERIRSI E PRENDERE LA CITTADINANZA. NON MI SEMBRA CHE STIANO MEGLIO DI NOI STANDO AGLI ULTIMI AVVENIMENTI. COMUNQUE FATE VOBIS.

    Rispondi
    • Avatar
      12 Dicembre 2018 in 17:46
      Permalink

      Antonio, sai che stipendi si prendono in Francia rispetto a noi? Ho sentito un giovane “Jilet jaune”, intervistato, che si lamentava perché col suo stipendio, “solo” 1300 euro, più quello sua compagna, altri 1300 per un totale di 2600 euro, si sentiva di farcela a malapena a tirare avanti, come se fossero stipendi da povertà!

      Rispondi
  • Avatar
    11 Dicembre 2018 in 13:14
    Permalink

    L’età giusta per andare in pensione è tra 60 e 62 anni, poi si percepirà la pensione in base ai contributi versati… ci vuole tanto a capirlo? Come fanno in tutti paesi del mondo… In più bisogna far in modo che alcuni lavoratori, quelli cosiddetti usuranti, possano andare prima almeno a 57 o 58 anni e anche loro percepiranno una pensione in base ai contributi versati, sicuramente un po’ più bassa rispetto a quelli che andranno dopo in pensione… ma cosa ci vuole a fare una riforma sulle pensioni?

    Rispondi
  • Avatar
    11 Dicembre 2018 in 12:59
    Permalink

    sindacati ???? Perche’ esistono ancora ?

    Rispondi
  • Avatar
    11 Dicembre 2018 in 8:26
    Permalink

    Voglio essere adottato dai francesi, da loro COSE CONCRETE e SUBITO …. da noi solo bla bla bla da 1 anno ….
    in 1 mese hanno ottenuto sforamento del deficit, no tax e aumento dei minimi.
    Loro hanno le palle, NOI PECORONI no !
    Come ultimo…. la Francia ha l’età pensionabile a 62 anni !

    Rispondi
    • Avatar
      11 Dicembre 2018 in 12:48
      Permalink

      Vive la France, vive les francais!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *