Ultime Pensioni oggi 22 febbraio: APE Volontaria, precoci e fase 3, parla la Uil

Proietti e APE Volontaria

Le ultime notizie di oggi 22 febbraio 2018 sulla Riforma delle Pensioni riguardano in prevalenza la partenza dell’ APE Volontaria. Nei primi 2 giorni è stato subito boom di simulazioni sul sito dell’INPS con ben 90mila persone che hanno già provato a capire quanto prenderebbero con l’anticipo pensionistico e già oltre duemila le domande presentate. Vediamo il commento di Domenico Proietti della Uil e le sue parole relative alla fase 3 delle pensioni per modificare la Legge Fornero e sugli altri temi caldi di questi giorni rilasciate all’agenzia di stampa AdnKronos.

Riforma pensioni 2018: ultime notizie oggi 22 febbraio: APE volontaria boom

Riportiamo di seguito un video con l’intervista al Tg2000 del segretario confederale della Uil Domenico Proietti intervistato proprio su questo boom dell’Ape Volontaria. Il segretario ha spiegato come ” Bisogna introdurre sistemi di flessibilità e di volontarietà nel sistema pensionistico. L’APE volontaria ha un costo per i lavoratori e ognuno deciderà autonomamente se conviene o meno.”

Proietti è poi tornato anche su un altro dei temi riguardanti la Riforma delle Pensioni 2018, ossia l’APE Social: “Per noi è importante anche continuare a sostenere l’APE Sociale che è gratuita e che riguarda 15 categorie di lavori gravosi.” Infine tornando all’ APE Volontaria e alla complessità del simulatore presente sul sito INPS  Proietti spiega che “Il mio consiglio è andare da un patronato che da assistenza preziosa ai lavoratori e come è successo in passato svolgerà un ruolo importante anche questa volta”.

Ecco di seguito il video integrale dell’Intervento di Proietti, guardalo ora!

Pensioni oggi 22 febbraio ultime novità: Fase 3 delle pensioni e precoci

Infine ecco le parole rilasciate all’agenzia di stampa Adnkronos da Proietti per quanto riguarda i lavoratori precoci, il cumulo gratuito dei contributi e la prossima fase 3 delle pensioni: “Centinaia di migliaia di italiani potranno finalmente ricongiungere gratuitamente ai fini pensionistici i contributi maturati in casse diverse, così che nessun contributo versato dai lavoratori andrà perso. Questo intervento, che pone fine ad una profonda ingiustizia, è uno dei grandi risultati dell’iniziativa e della mobilitazione della Uil, della Cisl e della Cgil, che insieme a misure come l’ape sociale, l’anticipo pensionistico per i precoci, la quattordicesima e l’estensione della no tax area per i pensionati hanno reintrodotto elementi di equità nel sistema previdenziale”.

Infine Proietti ricorda le prossime priorità di confronto con il Governo:  “All’inizio della prossima legislatura sarà necessario avviare la fase 3 sulla previdenza per continuare a cambiare la legge Fornero”.

12 commenti su “Ultime Pensioni oggi 22 febbraio: APE Volontaria, precoci e fase 3, parla la Uil

  1. fatta richiesta certificazione per ape volontaria il 13/02/2018 oggi leggo questa dicitura circa la domanda:
    sull’accettazione dei requisiti ‘si diritto’ che cosa significa? La certificazione arriverà per posta o la troverò sul portale dell’INPS
    garzie

  2. Sono nato il 16 Ottobre 1960. Ho fatto domanda al Patronato INCA CISL, per quota 41 entro il 15/07/2017. Ho maturato 40 anni di contributi il 1° Settembre 2017. Rientro nella categoria “Lavoratori Precoci”, avendo iniziato a lavorare con contratto a tempo indeterminato, a 16 anni e mezzo, oltre i 12 mesi prima del compimento del 19° anno di età. Dal 1980 lavoro come commesso in un negozio, a contatto con vernici e solventi cancerogeni. Presumibilmente, in caso di accettazione , andrei in pensione con 41 anni di contributi e senza alcuna penalizzazione, al 31 Dicembre 2018. Potrei avere notizia più approfondite in merito. Grazie e Distinti Saluti. Carlo.

  3. Ma se chi ha fatto domanda dopo il 15 luglio 2017 per quota 41 aspetta ancora una risposta definitiva dall’INPS (domanda accolta se rientra tra gli ammessi) di cosa dobbiam parlare? Il sottoscritto ha dovuto rifare domanda a novembre in quanto il patronato a giugno ha sbagliato la domanda, anziche’ domanda usuranti mi ha fatto lavori gravosi cosi’ l’INPS l’ ha respinta!!

    1. Questa è una problema, non sono pochi ad essere stati seguiti in maniera scorretta e a ritrovarsi a dover rifare domanda.

  4. Precoci, ape social, ape volontaria 2018 ma se l’INPS non ha ancora concluso le pratiche del 2017 ovvero chi ha fatto domanda dopo il 15 luglio 2017 di cosa vogliamo parlare??!! Quando si avra’ una risposta definitiva?! Notare che io ho dovuto rifare domanda a novembre (domanda accolta) in quanto il patronato a giugno ha sbagliato paurosamente la mia domanda anziche’ domanda usuranti mi ha impostato la domanda per lavori gravosi con il risultato che l’INPS l’ha respinta.

  5. ho fatto domanda per ape volontaria tramite patronato il giorno 14 febbraio 2018 sino a oggi non è arrivata nessuna risposta , vorrei sapere se automaticamente è inserita la richiesta per gli arretrati e quanto tempo devo aspettare per avere la risposta dall’ inps? grazie

    1. Entro 60 giorni dalla ricezione della domanda di certificazione l’Inps certifica la maturazione dei requisiti anagrafici e contributivi, la prima e l’ultima data utile per la presentazione della domanda e comunica la durata massima dell’Ape e l’importo minimo e massimo della quota mensile ottenibile. L’Ape decorre dal primo giorno del mese successivo a quello della presentazione della domanda.

  6. Il 13 febbraio dopo tanto parlarne era disponibile sul sito dell’Inps il mudulo per la richiesta telematica della certificazione al diritto per l’Ape volontario la compilo visto che ne ho i requisiti sia anagrafici che contributivi e la invio.

    Il 19 febbraio visto che anche sul sito dell’Inps compare la circolare n° 28 del 13/02/2018 mi decido di andare direttamente alla sede di Baggio-Lorenteggio per avere delle informazioni più dettagliate, arrivo verso le 10 e 15 devo fare la fila ad uno sportello dove un impiegato indirizza il pubblico agli unici 2 sportelli aperti (C ed E) come sente la mia richiesta di informazioni circa l’Ape mi risponde “uno non è che viene qui ed ottiene le spiegazioni”, buon inizio, mi appioppa un biglietto col numero e con la dicitura “indifferenziato” per accedere allo sportello E al quale dovrei chiedere un appuntamento.

    Dopo circa 2 ore arriva il mio turno, chiedo gentilmente alla impiegata se la mia domanda di certificazione Ape volontario di cui mi ero portato copia era stata presa in carico dall’istituto, la vedo presa dal panico smanetta sul computer, ma poi non sapendo che fare e soprattutto cosa rispondermi chiama al telefono penso un dirigente…. dice c’è “qui una persona che chiede dell’Ape” e mi passa la cornetta.

    Chiedo allora se la mia domanda di certificazione era stata presa in carico e lui mi risponde che era tutto bloccato e che poi dipende tutto da Roma e forse la situazione si sbloccherà entro il 18/04/2018, faccio presente che leggendo la circolare n° 28 se la domanda viene presentata dopo il 18/04 perdo gli arretrati lui mi risponde “lei ha letto la circolare perchè è interessato io ne ricevo tante”….. incredibile!!! Poi quasi mi rimprovera di aver fatto la domanda di certificazione telematicamente perchè se la facevo a mezzo Patronato quest’ultimo si sarebbe fatto carico di eventuali solleciti…….

    Siamo arrivati così alle 12,20 (l’orario di chiusura è 12,30) dagli ascensori saranno scesi una ventina di impiegati che ormai troppo stanchi e consci di essere stati utili anticipano l’orario ed allegramente vanno a mangiare, io praticamente ho perso del tempo e non ho avuto alcuna informazione….. che cosa si può pretendere da un cittadino “indifferenziato”!!!!!

    Morale: ne l’uscere, ne l’impiegata e nemmeno il dirigente sonno che cosa è l’Ape volontaria!!!

    1. Io ho fatta domanda certificazione tramite il sito Inps.Ho scaricato copia domanda sembra andata a buon fine adesso aspetto i canonici 30 giorni. Io ho chiesto a un patronato informazioni mi è stato risposto che se ho bisogno di soldi che vada in banca a chiedere un finanziamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su