Zona arancione: cosa si può fare nelle regioni e regole del DPCM

Covid-Zona-gialla

Quasi tutta Italia è in zona arancione, sono ormai sedici le regioni passate in questa fascia di colore: Lombardia, PiemonteToscanaEmilia-RomagnaCalabria e Friuli-Venezia Giulia, Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Sicilia, Umbria, Veneto e Trentino-Alto Adige. Inoltre la Campania potrebbe diventare arancione a breve, cosa si può fare in zona arancione? Ecco le regole da seguire stando all’ultimo DPCM.

Cosa si può fare in zona arancione? Regole per le regioni

Riaprono negozi, parrucchieri, estetisti, i banchi extra alimentari nei mercati, e più in generale tutti gli esercizi commerciali considerati non essenziali. Solo bar e ristoranti continueranno a servire i clienti esclusivamente con asporto e delivery. Rientrano in classe gli studenti fino alla terza media, mentre nelle superiori le lezioni saranno dal 50 al 75% in presenza. E dalle 5 alle 22 ci si può muovere liberamente all’interno del proprio comune senza più l’obbligo dell’autocertificazione per giustificare gli spostamenti.

Da sottolineare che per il Piemonte resta ancora in stand by la provincia di Cuneo che, seppur in evoluzione positiva, dovrà pazientare ancora qualche giorno per il passaggio in arancione. Ad oggi lì restano in vigore le regole della zona rossa. Didattica in presenza soltanto da asilo nido a prima media e a distanza per le altre classi. Ma la Regione auspica che anche nel Cuneese l’incidenza possa abbassarsi sensibilmente nelle prossime ore, così da adeguarsi al colore delle altre sette province entro mercoledì.

Zona arancione e DPCM: cosa si può fare: seconde case e visite agli amici

Come in zona rossa, per quanto riguarda le seconde case, si può accedervi ma da soli oppure assieme alle persone che normalmente convivono con noi. La seconda casa deve essere vuota e non può ospitare amici e parenti non conviventi. Inoltre, bisogna dimostrare di essere proprietari dell’immobile o di averlo affittato prima di metà gennaio 2021.

E le visite parentali? A differenza della zona rossa, in zona arancione si può, una sola volta al giorno, andare a fare visita a parenti e amici. Ci si può muovere due persone alla volta (con minori di 14 anni al seguito) e bisogna però restare nell’ambito del territorio comunale. Resta quindi il divieto di uscire dal comune se non per motivi di lavoro o di salute o tramite autocertificazione da portare con sè.

Restano invece chiusi cinema, teatri, musei e mostre. Una speranza potrebbe aprirsi per il mese di maggio, ma di questo si parlerà soltanto più avanti. Stesso discorso per palestre e piscine, ancora chiuse per ora a tempo indeterminato. Avete altri dubbi? Nel caso chiedeteci pure nei commenti qui sotto e vi risponderemo appena possibile.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su